Il progetto in collaborazione tra il comprensivo di viale Libertà e Areu Lombardia

La media Robecchi a lezione di pronto soccorso

Gli studenti, divisi in piccoli gruppi, sono stati addestrati su manichini alle tecniche di rianimazione cardio-polmonare, disostruzione delle vie aeree e posizione laterale di sicurezza.

Ilaria Dainesi

12 Marzo 2019 - 16:45

Una mattinata particolare a scuola con gli “angeli” dell'Areu, scesi sul palco dell'auditorium Mussini, per spiegare ai ragazzi delle medie dell'Ic di viale Libertà, i segreti del soccorso. Segreti indispensabili da conoscere per salvare una vita. Un'equipe del servizio di Emergenza Urgenza dell'Areu in forza al policlinico San Matteo di Pavia ha infatti illustrato, per circa due ore, attraverso slide e filmati, cosa bisogna e cosa non bisogna fare, quando si presenta la necessità di effettuare un soccorso tempestivo. Agli studenti delle media sono stati spiegati le caratteristiche del numero unico di emergenza (112) e i criteri di attivazione del Nue e il cosiddetto Bls (base life support): cosa fare in caso di arresto circolatorio e come intervenire in modo efficace. Il primo incontro si è svolto sabato scorso, dalle ore 8,30 alle 10,30, e ha coinvolto gli studenti di tutte le classi, attraverso una lezione teorica di due ore. Alla fine delle spiegazioni, i ragazzi hanno inoltre rivolto alcune domande agli operatori Areu, mostrando particolare interesse per i contenuti che sono stati affrontati nel corso della mattinata. La seconda parte del progetto, di carattere tecnico pratico, si è svolta nelle mattinate di lunedì e martedì 12 marzo, con le classi seconde e terze. Gli studenti, divisi in piccoli gruppi, sono stati addestrati su manichini alle tecniche di rianimazione cardio-polmonare, disostruzione delle vie aeree e posizione laterale di sicurezza. Una squadra di operatori di Areu Lombardia è stata presente un'ora in ogni seconda e in ogni terza e ha spiegato concretamente ai ragazzi le modalità di intervento.
Gli incontri avvenuti all'Ic di viale Libertà concretizzano le linee di indirizzo di un progetto pilota del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dal Ministero della Salute, attivato nel 2017 in alcune province italiane, finalizzato a far imparare a riconoscere le situazioni di pericolo e le circostanze che richiedono l’intervento di un adulto o dell’ambulanza, insieme alle manovre di primo soccorso come il massaggio cardiaco, la disostruzione delle vie aeree e di primo soccorso nel trauma. L'iniziativa dell'Ic di viale Libertà è un primo passo verso la cultura della sicurezza che tutti i cittadini critici e consapevoli dovrebbero sviluppare, compresi anche i giovani cittadini. In questo modo, inoltre, viene data attuazione a un comma fondamentale della Legge 107 che rivolge un’attenzione specifica alle tecniche di primo soccorso, affinché vengano insegnate in tutte le scuole italiane. Imparare a riconoscere le situazioni di emergenza e di pericolo, saper assistere una persona in difficoltà nell’attesa che arrivino i soccorsi è fondamentali: strumenti di conoscenza per una cittadinanza attiva e consapevole, per rafforzare nei ragazzi la capacità e la volontà di partecipare alla costruzione e al miglioramento di una società più attiva e solidale.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Tempo libero

IL 2020 SECONDO LA NUMEROLOGIA

IL 2020 SECONDO LA NUMEROLOGIA

Previsioni per il nuovo anno

Le opere di Marco Lodola illuminano l'Ariston

Le opere di Marco Lodola illuminano l'Ariston

il festival

AntonfART: «Le passioni hanno coltivato me»

AntonfART: «Le passioni hanno coltivato me»

il laboratorio

Renato Tassiello, “Il sognatore”

Renato Tassiello, “Il sognatore”

debutto discografico

Franz Pelizza all'Expo d’arte internazionale di Innsbruck

Franz Pelizza all'Expo d’arte internazionale di Innsbruck

fino a domenica

Una villa storica... e Alessandro Manzoni

Una villa storica... e Alessandro Manzoni

storie di lomellina

Dall’Io verso la città-polis

Silvano Petrosino, professore di Filosofia della Comunicazione alla Cattolica di Milano

Dall’Io verso la città-polis

le conferenze

La grande arte? La si vede al cinema

La grande arte? La si vede al cinema

dal 14 gennaio

Dal “Reading book challenge” alle letture silenziose

Dal “Reading book challenge” alle letture silenziose

in biblioteca a gambolò