Vigevano: martedì sera la riunione degli operatori preoccupati per l'emergenza in centro

Riscoprire il Naviglio? I commercianti hanno detto sì

Ascom: vogliamo essere protagonisti, non spettatori. E qui serve un piano di rigenerazione urbana condiviso

Mario Pacali

11 Aprile 2019 - 17:57

Riscoprire il Naviglio? I commercianti hanno detto sì

La riunione di martedì sera in Ascom

Basta piangersi addosso, occorre pensare al futuro. Ed a progettare la Vigevano del domani. Partendo dall’emergenza-navigli. L’occasione per aprire un confronto, dare vita ad un progetto strategico, di riqualificazione urbana che partendo dal centro possa coinvolgere anche le periferie. E se scoprire il naviglio può rappresentare un valore aggiunto, facciamolo. Condividendo e confrontandosi sulla strategia, sul progetto, sulle tempistiche dello stesso. È quanto emerso martedì sera nel corso della riunione che ha visto presso la sede di Ascom, la locale associazione commercianti, una cinquantina di operatori del settore.

«Vogliamo essere attori protagonisti, non semplici spettatori». Ergo, essere parte attiva di questo confronto. Lo sottolineano il presidente dei commercianti, Renato Scarano, ed il direttore di Ascom Vigevano, Massimo Negri. Da parte di tutti è emersa le necessità di dare vita ad una rigenerazione urbana e sociale. Dobbiamo lavorare, insieme, per obiettivi. Trasformando l’emergenza in qualcosa di positivo. Nessuno si strappa le vesti se verranno riscoperti i tratti di naviglio davanti a Palazzo Ina e nella “isoletta” finale di via Naviglio Sforzesco. «Purché si faccia un’analisi del traffico della zona e si assumano delle modifiche viabilistiche nell’intero comparto. Ovviamente individuando spazi di stalli per le auto all’interno del cortile di Regina Margherita, spostare i posti auto oggi riservati ai pendolari in stazione nel piazzale della ex Coop dove si voleva collocare le autolinee e valutare la possibilità di innalzare di un piano il parking della stazione stessa». Stesso discorso per il Mercato Coperto. «Non c’è ostruzione all’ipotesi di riscoprire il naviglio e di abbattere la struttura - proseguono Scarano e Negri - l’unica condizione posta dagli operatori commerciali della zona è “dateci la possibilità di lavorare”. E soprattutto forniteci delle certezze sul cronoprogramma delle opere».

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

A Sartirana arriva il cinema all'aperto

A Sartirana arriva il cinema all'aperto

l'iniziativa

Mercatino del riuso a Mede

Mercatino del riuso a Mede

la novità

Pavia, manutenzione del verde: le criticità

Pavia, manutenzione del verde: le criticità

il sopralluogo

Conferita la Gran Croce ad Angelo Grassi

Conferita la Gran Croce ad Angelo Grassi

oggi a mede

Eleonora Braghieri, passione cosplayer

Eleonora Braghieri, passione cosplayer

pavia

Mede, festa in piazza per i diciottenni

Mede, festa in piazza per i diciottenni

ieri

Oasi di Sant'Alessio, la riapertura

Oasi di Sant'Alessio, la riapertura

natura

Anticorruzione e buon andamento della pubblica amministrazione

Anticorruzione e buon andamento della pubblica amministrazione

pavia

Marisa Mulazzi, miss mamma 2018, è ancora in gara

Marisa Mulazzi, miss mamma 2018, è ancora in gara

voghera