Pavia: un colpo di scena annunciato

Ponte: la Provincia "licenzia” la Polese spa

Firmato il decreto di risoluzione del contratto, ora si pesca nella vecchia graduatoria

Mario Pacali

19 Aprile 2019 - 14:59

Ponte: la Provincia "licenzia” la Polese spa

i 23 metri mancanti per concludere il nuovo ponte

Risoluzione del contratto. La Provincia di Pavia, stazione appaltante dell'opera, ha "licenziato” l'impresa costruttrice del nuovo ponte sul fiume Ticino di Vigevano, la Polese spa per inadempienze contrattuali e ritardi nella conclusione del cantiere. Ora si pescherà nella vecchia graduatoria l'azienda che dovrà portare a termine i lavori

Era nell'aria. Adesso è ufficiale. Polese spa è stata estromessa dal cantiere del nuovo ponte sul Ticino. L'opera verrà portata a termine da un'altra impresa, che verrà scelta scorrendo la vecchia graduatoria d'appalto del viadotto. Nella giornata odierna la direzione lavori dell'opera, dopo aver esaminato le controdeduzioni di Polese spa alle contestazioni mosse dall'ente appaltante, le ha ritenute non coerenti. Il Rup di piazza Italia (il responsabile unico del procedimento) a questo punto ha proposto la risoluzione del contratto per inadempienze e ritardi ed ha chiesto al dirigente responsabile di agire per chiudere la vicenda licenziando la Polese spa. «In queste settimane - commenta il presidente della Provincia di Pavia, Vittorio Poma - abbiamo agito con scrupolo e responsabilità, con l'unico obiettivo di salvaguardare un'opera di interesse pubblico, auspicando una rapida conclusione della vicenda e soprattutto una ripresa dei lavori per portare a termine l'intervento. Indubbiamente c'è rammarico per questo epilogo, ma da parte nostra abbiamo fatto di tutto affinché i lavori riprendessero nel più breve tempo possibile». Il braccio di ferro Provincia-Polese era iniziato ufficialmente l'8 febbraio scorso, quando da Pavia partì una diffida all'impresa friulana che da gennaio aveva praticamente sospeso i lavori all'interno del cantiere. Polese aveva rivendicato maggiori costi per circa 7 milioni di euro. Somma ritenuta non congrua dalla Provincia. La vertenza finì davanti alla Commissione per l'accordo bonario, organismo chiamato in causa per dirimere il contenzioso sui maggiori costi di cantiere richiesti dalla società appaltatrice. La commissione (composta da un esperto indicato dalla Provincia di Pavia, un secondo di fiducia dell’impresa di Sacile ed un soggetto terzo in veste di presidente nominato dai primi due componenti) aveva esaminato il conto avanzato dall’azienda (ammontante a circa 7 milioni di euro, appunto) ed alla fine aveva decretato che i maggiori costi erano decisamente inferiori: 188 mila euro. Una somma che la Provincia si era impegnata a corrispondere, ma che Polese non ha accettato. Tra proroghe, esami di documentazione e altro, il braccio di ferro si è protratto sino ad ora. Ed oggi è arrivato il verdetto da parte della stazione appaltante: licenziamento dell'impresa appaltatrice. Ora si dovrà "scorrere” la vecchia graduatoria per trovare un'azienda pronta ad intervenire e concludere i 23 metri di sede stradale mancante, oltre alla viabilità di accesso al viadotto.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Pavia, manutenzione del verde: le criticità

Pavia, manutenzione del verde: le criticità

il sopralluogo

Conferita la Gran Croce ad Angelo Grassi

Conferita la Gran Croce ad Angelo Grassi

oggi a mede

Eleonora Braghieri, passione cosplayer

Eleonora Braghieri, passione cosplayer

pavia

Mede, festa in piazza per i diciottenni

Mede, festa in piazza per i diciottenni

ieri

Oasi di Sant'Alessio, la riapertura

Oasi di Sant'Alessio, la riapertura

natura

Anticorruzione e buon andamento della pubblica amministrazione

Anticorruzione e buon andamento della pubblica amministrazione

pavia

Marisa Mulazzi, miss mamma 2018, è ancora in gara

Marisa Mulazzi, miss mamma 2018, è ancora in gara

voghera

Trenini turistici, si torna a bordo

Trenini turistici, si torna a bordo

pavia

Teatro Fraschini, via ai restauri

Teatro Fraschini, via ai restauri

pavia