il modulo di Adiconsum

Come richiedere i rimborsi per le bollette a 28 giorni

La vicenda è iniziata nel 2015 ed è fruttata alle compagnie telefoniche più di 13 miliardi.

Paolo Vella

06 Novembre 2019 - 16:58

Come richiedere i rimborsi per le bollette a 28 giorni

Il trucchetto delle fatture mensili convertite a 28 giorni è stato per i consumatori una beffa contro la quale l’Agcom (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni) si è battuta senza ottenere grandi risultati. La vicenda è iniziata nel 2015 ed è fruttata alle compagnie telefoniche più di 13 miliardi. Oltre alle multe – che ammontano allo 0,02% di quei ricavi – le aziende sono state obbligate a rendere disponibili procedure per il rimborso. Ecco chi può chiederlo e come farlo in maniera semplificata.

Lo scorso luglio il Consiglio di Stato ha confermato la delibera dell’Agcom sui risarcimenti ai consumatori per la fatturazione dei contratti di telefonia fissa, modificata a 28 giorni dalle compagnie telefoniche, dal 2017 al 2018. È stata consacrata così la possibilità di chiedere il rimborso attraverso le stesse compagnie telefoniche, ora obbligate, o le associazioni dei consumatori.

Nel 2015 le compagnie telefoniche hanno modificato la cadenza della fatturazione mensile, portandola a 28 giorni e guadagnando, di fatto, un mese in più all’anno. L’Agcom ha reagito con una multa, poi dimezzata dal Consiglio di Stato a 580mila euro per ogni società coinvolta (Vodafone, Tim, Wind-Tre e Fastweb). Alla fine del 2017 il governo Renzi ha introdotto un decreto che vietava la fatturazione a 28 giorni, ma le compagnie telefoniche hanno reagito aumentando le tariffe mensili. Attualmente l’Autorità per le comunicazioni non è riuscita a richiedere una modifica di tali costi, perché le offerte di telefonia sono legate al libero mercato. «Fino a ora le aziende di telefonia si sono preoccupate di proporre ai propri clienti soluzioni alternative ai rimborsi - spiega Adiconsum, l’Associazione Difesa Consumatori e Ambiente - con offerte di prodotti e servizi gratuiti, attraverso facili adesioni, riservando, invece, procedure più complesse per recuperare sulle bollette successive quanto ingiustamente pagato». L’Associazione ha deciso di sopperire a questa situazione e sul suo sito (https://www.adiconsum.it/reclama/) è ora disponibile un modulo per richiedere – tramite i suoi consulenti e in forma semplificata – il rimborso alla propria compagnia telefonica. L’Adiconsum raccoglierà le domande e le invierà ogni 15 giorni (il 15 e il 30 di ogni mese) alle aziende corrispondenti, in modo che queste effettuino i risarcimenti. 

I rimborsi riguardano solo i contratti di telefonia fissa che hanno subito il passaggio di fatturazione tra giugno 2017 – data in cui l’Agcom aveva diffidato le compagnie dall’applicare la fatturazione a 28 giorni – e aprile 2018. Non riguarda i contratti di telefonia mobile, né altri tipi di utenza come luce e gas o pay tv. L’unica eccezione riguarda le offerte convergenti alla rete fissa: se il pacchetto sottoscritto riguardava anche telefonia mobile e altri servizi, allora c’è la possibilità di chiedere la restituzione anche di quelle somme. Altra condizione per usufruire del servizio è di non aver già richiesto il rimborso in precedenza alla propria compagnia.

Il modulo disponibile sul sito di Adiconsum è molto semplice da compilare, bisogna solo ricordarsi di essere muniti di codice cliente e del numero di rete fissa per il quale si richiede la restituzione dell’indebito.

Chi ha cambiato operatore non potrà avvalersi del modulo semplificato e dovrà richiedere la procedura di conciliazione, secondo le modalità indicate da ciascuna compagnia.
Secondo le stime delle associazioni dei consumatori, i rimborsi dovrebbero variare da un minimo di 20 euro ad un massimo di 60 euro.

 

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Caratteri di Donna: il 18 e 19 settembre la premiazione del concorso

Caratteri di Donna: il 18 e 19 settembre la premiazione del concorso

pavia

Una targa per commemorare le vittime del Covid

Una targa per commemorare le vittime del Covid

pavia

Ripartenza scuole tra organizzazione pratica e buone prassi

Ripartenza scuole tra organizzazione pratica e buone prassi

pavia

Le foto dell'Archivio Trentani sotto il Ponte Coperto

Le foto dell'Archivio Trentani sotto il Ponte Coperto

pavia

L'omaggio di Marco Clerici a Vito Pallavicini

L'omaggio di Marco Clerici a Vito Pallavicini

in musica

"Un'estate normale": il videoclip del nuovo singolo di Nek

"Un'estate normale": il videoclip del nuovo singolo di Nek

IL NUOVO SINGOLO ESTIVO

Oltrepo pavese, le 100 meraviglie (+1)

Oltrepo pavese, le 100 meraviglie (+1)

libri

Artisti pavesi omaggiano il Sommo Poeta

Artisti pavesi omaggiano il Sommo Poeta

Vuoi far parte dell’Orchestra Giovanile Ducale?

Vuoi far parte dell’Orchestra Giovanile Ducale?

l'iniziativa