L'iniziativa nel fine settimana in 20 locali pubblici del pavese

Contro la violenza, ecco i braccialetti arancioni

L'assessore regionale Piani: la prevenzione comincia da qui, presto in tutto il territorio

Mario Pacali

22 Novembre 2019 - 17:18

Contro la violenza, ecco i braccialetti arancioni

La prevenzione contro la violenza comincia dai ragazzi. Per questo diffonderla nei luoghi del divertimento e dello svago giovanile è l'obiettivo prioritario dell'iniziativa “Non sei da sola”, portata avanti da Regione Lombardia, in collaborazione con la Camera di Commercio di Pavia e le associazioni del commercio locali, che è stata presentata oggi a Pavia.

Il progetto pilota, che vede la distribuzione, a pochi giorni dalla celebrazione del 25 novembre, di braccialetti arancioni antiviolenza e di volantini recanti i numeri e le app di pubblica utilità a disposizione delle vittime di maltrattamento, coinvolge una ventina di esercenti di Pavia, Mortara, Vigevano, Garlasco, Cassolnovo e Voghera, tra bar, pub, discoteche e locali della movida serale. «Un'iniziativa sperimentale, - ha commentato l'assessore alla Famiglia, Genitorialità e Pari opportunità Silvia Piani - che prende il via, per la prima volta quest'anno, dalla provincia di Pavia e che mi piacerebbe poter estendere, nelle prossime edizioni, al resto del territorio, per trasmettere il messaggio nella maniera più capillare possibile. Sensibilizzare il target dei più giovani sul tema della violenza contro le donne è il primo passo per contrastare questo fenomeno. E' giusto quindi partire, non solo dalle scuole come stiamo già facendo, ma anche da quei contenitori di aggregazione più informali frequentati dai ragazzi. La violenza è un fenomeno complesso che ha tante forme, non solo quella fisica. Anche la violenza
psicologica ed economica - ha continuato - sono forme di sopraffazione più sottili e meno visibili, ma che lasciano segni altrettanto profondi sulla pelle delle donne, per questo è importante intercettarle e prevenirle. Per farlo, oltre alla prevenzione, occorre investire sulla formazione e sull'occupazione femminile. I dati ci indicano infatti, che la maggior parte delle donne vittime di violenza, non ha un lavoro e un'indipendenza economica. Spingere sulla leva dell'autodeterminazione è dunque un altro strumento per diminuire le casistiche».

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

A Bottega Iucu si prepara la mostra dedicata alla Necchi

Andrea Iucu

A Bottega Iucu si prepara la mostra dedicata alla Necchi

a pavia

Posata a Mede una pietra d'inciampo in ricordo di Carlo Nipoti

Posata a Mede una pietra d'inciampo in ricordo di Carlo Nipoti

giorno della memoria

Arance della Salute: sabato 25 gennaio in oltre 3.000 piazze

Arance della Salute: sabato 25 gennaio in oltre 3.000 piazze

l'iniziativa di airc

Sartirana dedica una piazza a Fausto Coppi

Sartirana dedica una piazza a Fausto Coppi

il campionissimo

Commercio provinciale, bilancio 2019 e aspettative 2020

Commercio: bilancio 2019 e aspettative 2020

pavia

Inaugurati presso la casa di riposo Pertusati  quattro alloggi protetti per anziani

Inaugurati presso la casa di riposo Pertusati quattro alloggi protetti per anziani

pavia

via all'operazione "Un ramino per il Castello"

Via all'operazione "Un ramino per il Castello"

lomello

Gambolò: scontro auto-suv, il video dei soccorsi

Gambolò: scontro auto-suv, il video dei soccorsi

L'incidente

Colpo di sonno, l’auto prende fuoco dopo essere uscita di strada

Colpo di sonno, l’auto prende fuoco dopo essere uscita di strada

a Cassolnovo