Giornata della Memoria

Dal viaggio nell’orrore, una mostra fotografica

Nei Sotterranei del Castello Visconteo di Abbiategrasso gli scatti realizzati dagli studenti ad Auschwitz e Birkenau. Le immagini saranno affiancate dalle tavole fumettistiche tratte dal libro "Restiamo umani" di Ema Comics

Annalisa Vella

24 Gennaio 2020 - 18:44

Dal viaggio nell’orrore, una mostra fotografica

Uno degli scatti in mostra, realizzati dai ragazzi lo scorso marzo nel “Viaggio per la memoria”

In occasione della giornata della Memoria, i Sotterranei del Castello Visconteo di Abbiategrasso ospiteranno la mostra “1.100.000… perché?”. Saranno esposte le stampe delle fotografie scattate dai ragazzi delle scuole secondarie di I e II grado durante “Il viaggio per la memoria”, svoltosi nel marzo 2019 ad Auschwitz e Birkenau. Le immagini saranno affiancate dalle tavole fumettistiche tratte dal libro “Restiamo umani” di Ema Comics. La mostra sarà inaugurata sabato 25 alle 17 e resterà aperta al pubblico fino alle 19. Successivamente sarà visitabile nei seguenti orari: domenica 26 gennaio dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19, lunedì 27 gennaio dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19, sempre con ingresso libero.

«Ringrazio Emanuele Leone di Emacomics, nonché Alberto Clementi e Andrea Zattoni, insieme a Luigi Bertelli di Radio City Bar - spiega la consigliera con delega alle Pari Opportunità, Sara Valandro -: la loro collaborazione e il loro supporto sono stati fondamentali per realizzare e portare a termine tutti i diversi aspetti che caratterizzano questa mostra. Un grazie speciale inoltre va alle ragazze e ai ragazzi delle scuole cittadine: con profondo impegno e sincera passione hanno affrontato questo percorso, che ci ha portato a condividere riflessioni importanti, momenti che senza dubbio non potranno mai essere dimenticati». Oltre alla mostra, come di consueto, lunedì 27 gennaio la sirena dei Vigili del Fuoco suonerà alle 11,59
in segno di commemorazione. Inoltre mercoledì 29 e giovedì 30 gennaio, presso il Teatro “Al Corso” di Abbiategrasso, gli alunni delle classi quinte delle scuole primarie cittadine parteciperanno allo spettacolo teatrale “Vedem! Il giornale segreto”. Martedì 11 febbraio gli studenti che lo scorso anno hanno partecipato al “Viaggio della Memoria” si recheranno, a partire dalle 8.30, presso le classi quinte delle scuole primarie, per raccontare e condividere l’esperienza vissuta durante
la visita ai campi di sterminio. Inoltre, i ragazzi e le ragazze del laboratorio teatrale “Work in Progress” dell’IIS “V. Bachelet” metteranno in scena lo spettacolo “L’Onda”: la rappresentazione sarà proposta sia agli alunni delle scuole abbiatensi, sia a tutta la cittadinanza. Venerdì 21 febbraio, infine, gli studenti delle classi quinte delle scuole secondarie di secondo grado incontreranno Puccy Paleari dell’Associazione Deportazia e Walter Gibillini, per ricordare la tragica esperienza dei campi di sterminio. «Con il trascorrere degli anni, i reduci dei campi di sterminio sono sempre meno - spiega l’assessore ai Servizi Educativi Eleonora Comelli - e quest’anno ci troviamo purtroppo a ricordare Venanzio Gibillini, venuto a mancare
solo pochi giorni fa. Il mio ringraziamento va allora al figlio Walter, che con orgoglio e sincero sentimento continua la tradizione consolidata negli anni, e porterà anche quest’anno ad Abbiategrasso la vivida testimonianza della tragica esperienza vissuta da suo padre. La maggior parte delle iniziative coinvolgono le scuole cittadine: questo perché è necessario perseverare nell’attività di sensibilizzazione e di conoscenza, “per non dimenticare”». Anche ANPI organizza uno spettacolo in collaborazione con l’Associazione Frazione Mondo: domenica 2 febbraio alle 17, al Convento dell’Annunciata di via Pontida, l’ensemble vocale “In..Canto” si esibirà con una serie di riflessioni poetico-musicali dal titolo “L’albero di Anna”.

IL PROGETTO - VENDITA DI TORTE PER FINANZIARE IL FILM

Nell’ottica di creare “nuovi testimoni” capaci di raccontare l’orrore dei campi di concentramento, l’IIS Bachelet di Abbiategrasso promuove un particolare “Viaggio della memoria” dal binario 21 ad Auschwitz che si svolgerà il prossimo marzo. Durante questo viaggio verrà girato un film, con protagonisti alcuni alunni dell’istituto che frequentano il corso di teatro. La filosofia del progetto è quella di uscire dalla (pur nobile) “retorica della memoria”, dall’idea che visitare i campi di sterminio sia una specie di “obbligo istituzionale”. Ecco allora l’idea di mettere sì in rapporto la vita dei ragazzi con gli orrori della Shoah, ma di farlo attraverso strumenti a loro congeniali, come il cinema. A questo scopo, domenica 26 gennaio dalle 9 alle 13, davanti alla
chiesa dei Frati di Vigevano, si terrà una raccolta fondi per finanziare i costi legati al viaggio. Saranno presenti gli studenti/attori che venderanno torte e racconteranno quanto stanno realizzando, avendo già avviato le riprese con alcune scene sul territorio. Una videocamera seguirà il loro viaggio verso i campi di concentramento, la visita e il ritorno. Ma non sarà solo un documento visivo del viaggio. L’idea è di “mettere in scena” il viaggio raccontando i ragazzi, i loro sogni, le loro idee e le loro emozioni.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Scuole di danza e palestre: a breve la riapertura

Scuole di danza e palestre: a breve la riapertura

pavia

Blue Rose Donna, l'associazione che tutela le donne vittime di violenza

Blue Rose Donna, l'associazione che tutela le donne vittime di violenza

san martino siccomario

Un corso di meditazione per gli studenti di Medicina

Un corso di meditazione per gli studenti di Medicina

pavia

Corso di laurea in Odontoiatria: l’importanza della pratica in presenza

Corso di laurea in Odontoiatria: l’importanza della pratica in presenza

pavia

Incidente stradale a Cassolnovo: le immagini dei soccorsi

Incidente stradale a Cassolnovo: le immagini dei soccorsi

Il video

Il CAV Pavia lancia un importante appello

Il CAV Pavia lancia un importante appello

Pavia

Sabato sera, la situazione in centro storico a Vigevano

Sabato sera, la situazione in centro storico a Vigevano

Zona gialla

Il regista Giuseppe Di Giorgio annuncia due progetti imminenti

Il regista Giuseppe Di Giorgio annuncia due progetti imminenti

Pavia

Covid, neo laureata subito in campo

Covid, neo laureata subito in campo

Pavia