La Cittadella Sociale partecipa alla gestione dell'emergenza coronavirus

Pieve del Cairo: 20 posti letto per i malati Covid-19

Mario Pacali

25 Marzo 2020 - 08:45

Pieve del Cairo: 20 posti letto per i malati Covid-19

Malati di Covid-19 ricoverati anche a Pieve del Cairo. La casa di cura “La Cittadella Sociale” di Pieve del Cairo è una struttura sanitaria del territorio della Lomellina accreditata con il Servizio Sanitario Nazionale, fondata da Monsignor Pietro Barbieri ed inaugurata alla presenza del Presidente della Repubblica Luigi Einaudi nel 1955. L’attuale Amministratore Unico, ingegner Giuseppe Arduino ed il Direttore Sanitario, dottoressa Antonietta Moreschi, concordemente con il personale medico della struttura, hanno convenuto da subito la necessità di partecipare attivamente nella gestione dell’emergenza da Covid-19 che sta coinvolgendo tutto il nostro territorio.

La dottoressa Moreschi ha preso immediatamente contatto con l’unità di crisi della Regione Lombardia e ATS Pavia, mettendo a disposizione 20 posti letto accreditati di Riabilitazione specialistica per accogliere pazienti Covid-19 positivi in remissione, ma ancora con necessità di assistenza respiratoria (ossigenoterapia) e farmacologica.  I primi 15 pazienti sono stati accolti tra sabato 14 e domenica 15 marzo provenienti dall’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo con uno sforzo organizzativo e gestionale encomiabile da parte del personale medico, infermieristico e di supporto, che ha consentito di garantire la continuità assistenziale richiesta. Con lo stabilizzarsi delle condizioni cliniche dei pazienti, è stato possibile garantire la disponibilità di altri letti per dare l’opportunità agli ospedali del territorio regionale di decongestionare situazioni molto critiche.
La casa di cura ha inoltre messo a disposizione della centrale operativa regionale altri 20 posti letto per pazienti no Covid-19.
Pertanto nella giornata di giovedì 19 marzo sono stati accolte 15 persone di cui 8 provenienti dall’unità operativa di Medicina oncologica dell’Ospedale di Vigevano e 7 provenienti dall’Unità Operativa di Medicina dell’ospedale di Mortara.
Nella tarda mattinata di lunedì 23 marzo è stato possibile dimettere in buone condizioni, le prime 9 persone provenienti dall’Ospedale Papa Giovanni XXIII e residenti nella provincia di Bergamo che hanno fatto ritorno alle proprie abitazioni dove continueranno un periodo di 15 giorni in quarantena domiciliare.
La dottoressa Moreschi ha chiesto al CUT di poter accogliere pazienti provenienti dagli ospedali di Vigevano conoscendo la situazione critica dello stesso e, nella giornata del 23 marzo, sono pervenuti 7 pazienti dimessi dall’Ospedale di Vigevano ed altri 2 sono entrati ieri, 24 marzo. La Direzione Amministrativa e Sanitaria “esprimono gratitudine per la professionalità e disponibilità del personale medico, infermieristico, di supporto, amministrativo e degli altri servizi coinvolti che, nonostante le notevoli difficoltà, stanno lavorando in modo coordinato e con professionalità, gestendo al meglio l’assistenza. Il nostro impegno è quello di garantire giornalmente il coordinamento con l’unità di crisi regionale, al fine di dare un contributo essenziale in questa emergenza. La mission della nostra struttura, in conformità con gli ideali del fondatore, mette in primo piano il paziente e la continuità assistenziale dello stesso”.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

"Pompei", un viaggio cinematografico tra arte e mistero

"Pompei", un viaggio cinematografico tra arte e mistero

In uscita al cinema solo il 9, 10, 11 novembre

A Sartirana arriva il cinema all'aperto

A Sartirana arriva il cinema all'aperto

l'iniziativa

Mercatino del riuso a Mede

Mercatino del riuso a Mede

la novità

Pavia, manutenzione del verde: le criticità

Pavia, manutenzione del verde: le criticità

il sopralluogo

Conferita la Gran Croce ad Angelo Grassi

Conferita la Gran Croce ad Angelo Grassi

oggi a mede

Eleonora Braghieri, passione cosplayer

Eleonora Braghieri, passione cosplayer

pavia

Mede, festa in piazza per i diciottenni

Mede, festa in piazza per i diciottenni

ieri

Oasi di Sant'Alessio, la riapertura

Oasi di Sant'Alessio, la riapertura

natura

Anticorruzione e buon andamento della pubblica amministrazione

Anticorruzione e buon andamento della pubblica amministrazione

pavia