emergenza covid-19

Lombardia, ANAAO: «Personale sanitario senza tamponi e stipendi decurtati ai contagiati»

La denuncia di ANAAO-ASSOMED Lombardia: «Alla mancanza di tamponi al personale sanitario si aggiungono le decurtazioni dello stipendio ai contagiati».

Annalisa Vella

10 Aprile 2020 - 15:25

Lombardia, ANAAO: «Personale sanitario senza tamponi e stipendi decurtati ai contagiati»

Stefano Magnone, Segretario Regionale di ANAAO-ASSOMED Lombardia

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato di ANAAO-ASSOMED Lombardia che denuncia l’ingiustizia sulla base di prove documentali in suo possesso che dimostrano la riduzione dello stipendio di diversi medici e infermieri e chiede a Regione Lombardia di intervenire tempestivamente. 

Altre notizie dalla trincea della Regione Lombardia. Qualche giorno fa ANAAO-ASSOMED Lombardia, insieme a gran parte delle sigle della dirigenza del Servizio Sanitario Regionale, aveva sottoscritto una lettera indirizzata ai massimi vertici della Sanità lombarda e a tutti i direttori generali, sanitari, amministrativi di ATS E ASST ed enti della Regione per denunciare una mancata sorveglianza agli operatori sanitari sintomatici al Covid-19. Già allora i sindacati chiedevano che, per ogni operatore positivo, fosse obbligatoriamente aperta una pratica per infortunio sul lavoro, secondo quanto previsto dall’INAIL, in particolare nella nota del 3 aprile, in cui veniva richiesta la certificazione dell'avvenuto contagio.

"Si ragionava di mettere in sicurezza il personale e di trovare una soluzione per coloro che sarebbero risultati positivi al test. Oggi, invece, alcuni dirigenti a casa, perché risultati positivi al virus, si sono visti diminuire lo stipendio. Decurtazioni ignobili - le definisce il Segretario di ANAAO-ASSOMED Lombardia, Stefano Magnone -: i medici e i dirigenti sanitari lombardi da eroi e martiri sono già diventati dei ‘decurtati’. In barba alle leggi dello Stato e in barba al buon senso e alle circolari INAIL, abbiamo prove certe di decurtazioni stipendiali a colleghi positivi per il COVID-19”.

Proprio grazie a queste prove documentali di decurtazione dello stipendio di diversi medici e infermieri, ANAAO-ASSOMED scende in campo e chiede a Regione Lombardia di intervenire tempestivamente.

Prosegue Magnone: “ANAAO-ASSOMED Lombardia è al fianco dei colleghi sin dall'inizio della guerra con il virus e certamente non è disposta in alcun modo, dopo i pericoli da carenza di dispositivi e da assenza di linee guida certe e chiare, a tollerare anche gli affronti sullo stipendio”. Questo il messaggio rivolto a tutto il personale sanitario che da mesi è in prima linea nella lotta contro l'emergenza sanitaria.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Scuole di danza e palestre: a breve la riapertura

Scuole di danza e palestre: a breve la riapertura

pavia

Blue Rose Donna, l'associazione che tutela le donne vittime di violenza

Blue Rose Donna, l'associazione che tutela le donne vittime di violenza

san martino siccomario

Un corso di meditazione per gli studenti di Medicina

Un corso di meditazione per gli studenti di Medicina

pavia

Corso di laurea in Odontoiatria: l’importanza della pratica in presenza

Corso di laurea in Odontoiatria: l’importanza della pratica in presenza

pavia

Incidente stradale a Cassolnovo: le immagini dei soccorsi

Incidente stradale a Cassolnovo: le immagini dei soccorsi

Il video

Il CAV Pavia lancia un importante appello

Il CAV Pavia lancia un importante appello

Pavia

Sabato sera, la situazione in centro storico a Vigevano

Sabato sera, la situazione in centro storico a Vigevano

Zona gialla

Il regista Giuseppe Di Giorgio annuncia due progetti imminenti

Il regista Giuseppe Di Giorgio annuncia due progetti imminenti

Pavia

Covid, neo laureata subito in campo

Covid, neo laureata subito in campo

Pavia