festa della liberazione

25 aprile alla finestra a cantare "Bella Ciao"

“Un momento per essere insieme con la Liberazione nel cuore”

Bruno Ansani

24 Aprile 2020 - 15:26

25 aprile alla finestra a cantare "Bella Ciao"

L'opera di Cesare Giardini dedicata alla Liberazione

Sarà difficile dimenticare questo 25 aprile, il primo dopo 75 anni che non sarà festeggiato nelle nostre piazze. La situazione potrà ricordare maggiormente l’Italia che la Liberazione la attendeva, così come oggi il Paese è stretto nella morsa dell’emergenza epidemia e sogna di ripartire, di ricostruire sulle macerie dei lutti, della paura e della crisi sociale ed economica.

L’idea lanciata per celebrare comunque la Festa della Liberazione è quella di Anpi (Associazione nazionale Partigiani d’Italia): #bellaciaoinognicasa. «Il 25 aprile alle ore 15, l’ora in cui ogni anno parte a Milano il grande corteo nazionale, invitiamo tutti caldamente ad esporre dalle finestre, dai balconi il tricolore e ad intonare Bella ciao. In un momento intenso saremo insieme, con la Liberazione nel cuore. Con la sua bella e unitaria energia». Questo l’appello lanciato dall’associazione.
«L’Italia - prosegue - ha bisogno, oggi più che mai, di speranza, di unità, di radici che sappiano offrire la forza e la tenacia per poter scorgere un orizzonte di liberazione. Il 25 aprile arriva con una preziosa puntualità. Arrivano le partigiane e i partigiani, il valore altissimo della loro memoria. L’Anpi chiama il Paese intero a celebrarlo come una risorsa di rinascita. Di sana e robusta rinascita. Quest’ anno non potremo scendere in piazza ma non ci fermeremo».
Tante le adesioni all’iniziativa. Fra le altre vi sono quelle di: Arci, Cgil, Cisl, Le Sardine, Pd, Confederazione italiana tra le Associazioni combattentistiche e partigiane, Unione degli Universitari, Rete degli studenti medi, Rete della Conoscenza, Istituto nazionale Ferruccio Parri, Comune di Firenze, Anppia, Articolo Uno, Aned, Fiap, Articolo 21, Rete #Nobavaglio, Libertà e Giustizia. Alle associazioni, ai sindacati, a partiti, ai movimenti che si riconoscono nei valori e principi della Resistenza, dunque della democrazia e della Costituzione, la richiesta di adesione di Anpi al flash mob inviando un messaggio a ufficiostampa@anpi.it. La Cgil parla di «rinnovare l’impegno a difendere e promuovere la memoria e la forza di quegli ideali che hanno unito gli italiani 75 anni fa ed ai quali oggi ci rifacciamo in un tempo così travagliato e drammatico per il nostro Paese, ma convinti che uniti ce la faremo e costruiremo un futuro migliore, fondato sul lavoro, per tutti e per tutte».

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Covid, neo laureata subito in campo

Covid, neo laureata subito in campo

Pavia

Il grido di dolore del settore alberghiero

Giovanni Merlino, presidente di Federalberghi Pavia

Il grido di dolore del settore alberghiero

Pavia

La corretta alimentazione durante il periodo del Covid

La corretta alimentazione durante il periodo del Covid

e-book

Donazione della Protezione Civile di Sartirana all'AGAL

Donazione della Protezione Civile di Sartirana all'AGAL

il video

La campanella torna a suonare: bimbi nuovamente a scuola

La campanella torna a suonare: bimbi nuovamente a scuola

Pavia

Pieve del Cairo: la consegna borse di studio

Pieve del Cairo: la consegna borse di studio

In arrivo importanti fondi per l'Università di Pavia

In arrivo importanti fondi per l'Università di Pavia

Pavia

Natale a Pavia, la solidarietà verso i più deboli

Natale a Pavia, la solidarietà verso i più deboli

Asporto: insufficiente per i commercianti e aggrava il rischio assembramento

Asporto: insufficiente per i commercianti e aggrava il rischio assembramento

In questo video le opinioni degli esercenti pavesi