Vigevano, ieri sera la diretta con il dirigente scolastico Alberto Panzarasa

Scuola digitale e importanza dei luoghi per la crescita

L'informatore Cognome

10 Giugno 2020 - 08:57

Scuola digitale e importanza dei luoghi per la crescita

Un incontro in streaming del Rotary Club Vigevano Mortara dedicato alle collaborazioni attive con il Liceo Cairoli e al ruolo della didattica ai tempi del Covid-19.

Ex malo, bonum. Da una situazione difficile -perché inedita- possono arrivare opportunità e insegnamenti preziosi: il motto di Sant’Agostino trova conferma in quanto è emerso dall’incontro organizzato martedì 9 giugno dal Rotary Club Vigevano Mortara sulla piattaforma Zoom, dal titolo “Liceo Cairoli. Scuola digitale: soluzione di emergenza e opportunità  per la crescita educativa. Strumenti per la formazione dei giovani tra didattica e impegno sociale”. Protagonisti della serata sono stati i ragazzi dell’Interact Club Vigevano Lomellina, insieme al dirigente scolastico del Liceo Alberto Panzarasa: raccontando le proprie recenti esperienze, hanno fatto emergere i (tanti) pregi e i (pochi) difetti della didattica a distanza sperimentata in questi mesi, oltre alle possibili opportunità e ai significativi cambiamenti che il nuovo modello di scuola digitale potrà apportare alla didattica tradizionale.

Il brusco stop alle lezioni in aula, imposto dall’emergenza sanitaria da Covid-19 e dalle relative disposizioni, è stato imprevisto ma non ha fermato né rallentato l’attività didattica e, soprattutto, il percorso di apprendimento dei ragazzi del Liceo Cairoli: un atteggiamento che ha sorpreso positivamente anche il dirigente scolastico Alberto Panzarasa, sempre in prima linea per assicurare continuità didattica e sostegno emotivo (in una situazione caratterizzata dall’incertezza) ai propri allievi, improvvisamente lontani dalle proprie aule e dai propri compagni di studi.

La Tecnologia serve: in questo caso ha semplificato molte dinamiche e il Liceo Cairoli ha potuto e saputo contare sull’elevata professionalità del corpo docente e su una dotazione informatica di buon livello, donando tablet in comodato d’uso a studenti che ne hanno avuto necessità. In pochi giorni è stato necessario ripensare tutto: dalle lezioni al collegio docenti, organizzandosi da remoto. Ma, dopo l’iniziale e comprensibile preoccupazione, il nuovo modo di essere e fare scuola si è rivelato un successo, confermato durante la diretta da alcune studentesse del liceo. Vincente si è dimostrato l’approccio integrato tra la “tradizione” (fatta di telefonate, post-it e ore sui libri) e l’innovazione portata dall’efficace uso della tecnologia. Un approccio nuovo nel modo di pensare e di fare le cose, che verrà probabilmente mantenuto in futuro: quest’esperienza ha insegnato a tutti che non è necessario essere nello stesso spazio, nello stesso luogo, per fare belle cose insieme, se si lavora tutti con impegno allo stesso obiettivo. Un concetto condiviso naturalmente anche dai soci del Rotary Vigevano Mortara che, analogamente, in questi mesi si sono organizzati per proseguire le proprie attività coordinandosi attraverso incontri virtuali.

L’aspetto di innovazione digitale non ha mai, nel caso del Liceo Cairoli, sacrificato l’aspetto umano, fatto di contatto e di relazione tra ragazzi: in questo, il liceo cittadino si è dimostrato una Scuola 4.0 che porta un messaggio positivo, quello di un liceo che sta intraprendendo un percorso di autentico rinnovamento, in vista di un rientro in aula a settembre con tutte le precauzioni che verranno indicate nei prossimi mesi. La serata si è rivelata anche l’occasione ideale per raccontare l’esperienza Interact e la proficua collaborazione del gruppo dei giovani studenti, a disposizione del Liceo: se la scuola ha agito con prontezza attuando la didattica a distanza, l’interact non è stato da meno, continuando a lavorare e, anzi, aumentando la frequenza dei propri incontri, mantenendo inalterato l’entusiasmo per un progetto che quest’anno compie 2 anni. Un gruppo di ragazzi dinamici e propositivi, desiderosi di impegnarsi per la propria città e per il proprio Liceo, al quale hanno già donato strumenti utili grazie alle attività svolte sinora: una risorsa preziosa per il Liceo Cairoli.

Infine, l’ultima parte dell’incontro è stata dedicata all’attività di sensibilizzazione e contributi del Rotary Club  Vigevano Mortara -rientrante nel progetto “Rotariani per il Cairoli”- riguardante l’intervento di restauro di alcune parti di Palazzo Saporiti: molto più di un edificio, la sede del liceo cittadino si rivela un vero e proprio “Luogo del Cuore”, un elemento di appartenenza molto forte non soltanto per i tanti studenti che lo frequentano e per gli ex alunni che ne conservano con orgoglio un ricordo caro e indelebile, ma anche per tutti i vigevanesi. Un Palazzo che non rappresenta “solo” la sede dei cinque canonici anni di formazione e accrescimento culturale, ma che – essendo uno dei simboli della città – merita di essere conservato con cura, attraverso interventi di lieve o maggiore entità (a cominciare dal progetto di restauro del portone che lega Liceo e Club), e “ripensato” negli spazi per meglio rispondere alle esigenze didattiche contemporanee. La scuola cambia: è fondamentale saper cogliere le opportunità offerte dal contesto attuale e guardare senza pregiudizio, con occhi differenti gli spazi, che in alcuni casi andranno recuperati e resi agibili, e in altri casi potranno essere modificati e valorizzati, “aprendoli” e rendendoli originali centri di aggregazione per studenti e cittadini. L’obiettivo, condiviso dai soci di Rotary Club Vigevano Mortara e Interact insieme ai ragazzi e alla dirigenza del Liceo Cairoli, è far “vivere” un luogo che da generazioni fa cultura per Vigevano.

Sabrina Antonini

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

A Sartirana arriva il cinema all'aperto

A Sartirana arriva il cinema all'aperto

l'iniziativa

Mercatino del riuso a Mede

Mercatino del riuso a Mede

la novità

Pavia, manutenzione del verde: le criticità

Pavia, manutenzione del verde: le criticità

il sopralluogo

Conferita la Gran Croce ad Angelo Grassi

Conferita la Gran Croce ad Angelo Grassi

oggi a mede

Eleonora Braghieri, passione cosplayer

Eleonora Braghieri, passione cosplayer

pavia

Mede, festa in piazza per i diciottenni

Mede, festa in piazza per i diciottenni

ieri

Oasi di Sant'Alessio, la riapertura

Oasi di Sant'Alessio, la riapertura

natura

Anticorruzione e buon andamento della pubblica amministrazione

Anticorruzione e buon andamento della pubblica amministrazione

pavia

Marisa Mulazzi, miss mamma 2018, è ancora in gara

Marisa Mulazzi, miss mamma 2018, è ancora in gara

voghera