Fondo di solidarietà, bocciata mozione del Polo Laico

"La nuova maggioranza ha dato continuità ad un modo di pensare visto rivisto"

Bruno Ansani

30 Ottobre 2020 - 16:27

Fondo di solidarietà, bocciata mozione del Polo Laico

VIGEVANO - Bocciata dalla maggioranza, nel consiglio comunale di mercoledì sera, una mozione presentata dai due consiglieri del Polo Laico, Luca Bellazzi e Luca Mazzola. Attraverso i consiglieri Luigi Pigola e Roberta Porta Fusero, entrambi della Lega, la maggioranza aveva chiesto al Polo Laico di ritirare le  mozione per affrontare i temi dell'emergenza sociale causata dalla pandemia in commissione consiliare e arrivare ad un testo condiviso. Proposta non accettata e la votazione ha dato esito negativo. 

"Noi mettiamo la città al primo posto, la maggioranza intende fare lo stesso?", si chiede in modo polemico un comunicato stampa del Polo Laico a commento della vicenda. Eccone il testo completo.

"Il Polo Laico ha presentato nell’ultimo consiglio una mozione in cui suggerivamo misure per rendere ancora più efficace ed incisivo quanto assunto nei mesi scorsi dalla amministrazione Sala per fronteggiare le conseguenze dell’emergenza Covid. La mozione suggeriva di chiamare le Fondazioni, le associazioni, le imprese, il singolo cittadino a contribuire per incrementare, tramite donazioni, la cifra a disposizione del Comune. Una iniziativa che abbiamo approfondito con l’assessore di Verbania che ha messo a punto il progetto “Verbania solidale”. Raccogliere più risorse consente di studiare e mettere in atto più azioni a vantaggio di cittadini ed imprese. Questo era il nostro obiettivo e per questo abbiamo chiesto che il Comune facesse da coordinamento di quanto esiste giá in città e di quanto di nuovo si può e deve fare. Questa nostra mozione è stata bocciata all’unanimità dai consiglieri di maggioranza di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia. In un momento in cui tutto il Paese e le forze politiche sono chiamate ad un comune sforzo per affrontare la pandemia, a Vigevano abbiamo assistito al solito giochino politico che va avanti da anni. Una forza di minoranza presenta una mozione e questa al di là dei contenuti viene puntualmente bocciata. Nell’ultimo Consiglio Comunale la nuova maggioranza ha dato continuità ad un modo di pensare visto rivisto.

Abbiamo molto apprezzato il Sindaco Ceffa nell’intervento di apertura del suo mandato quando ha dichiarato voler essere il sindaco di tutti i vigevanesi, un deciso passo avanti rispetto al passato. Oggi ci troviamo in un momento molto difficile che richiede a tutti di assumersi responsabilità e di unire forze e pensiero, al di fuori di vecchi schemi politici. Ieri sera il Polo Laico ha lanciato chiaro all’aula il segnale di quale politica vuole perseguire: massima disponibilità a collaborare per il bene della città. Saprà la nuova maggioranza, cogliere il messaggio e condividere questo nuovo modo di agire per aprire una stagione politica nuova per Vigevano? "

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Scuole di danza e palestre: a breve la riapertura

Scuole di danza e palestre: a breve la riapertura

pavia

Blue Rose Donna, l'associazione che tutela le donne vittime di violenza

Blue Rose Donna, l'associazione che tutela le donne vittime di violenza

san martino siccomario

Un corso di meditazione per gli studenti di Medicina

Un corso di meditazione per gli studenti di Medicina

pavia

Corso di laurea in Odontoiatria: l’importanza della pratica in presenza

Corso di laurea in Odontoiatria: l’importanza della pratica in presenza

pavia

Incidente stradale a Cassolnovo: le immagini dei soccorsi

Incidente stradale a Cassolnovo: le immagini dei soccorsi

Il video

Il CAV Pavia lancia un importante appello

Il CAV Pavia lancia un importante appello

Pavia

Sabato sera, la situazione in centro storico a Vigevano

Sabato sera, la situazione in centro storico a Vigevano

Zona gialla

Il regista Giuseppe Di Giorgio annuncia due progetti imminenti

Il regista Giuseppe Di Giorgio annuncia due progetti imminenti

Pavia

Covid, neo laureata subito in campo

Covid, neo laureata subito in campo

Pavia