la situazione

Vigevano: gli ospedali, per adesso, reggono

Al civile di Vigevano ricoverati stabili (72), mentre si è riempita la terapia intensiva. L’istituto clinico Beato Matteo sale a 44. Incidono i pazienti dirottati dal Milanese.

Claudio Bressani

12 Novembre 2020 - 16:30

Gli ospedali, per adesso, reggono

Da ieri attiva la tenda di pre-triage nel cortile del Pronto soccorso

VIGEVANO – Ospedale e istituto clinico Beato Matteo per ora reggono il colpo. Nell’ultima settimana non ci sono stati forti aumenti di ricoverati Covid, passati da 95 a 116 nei posti letto ordinari. «Se fosse solo per i nostri – dice un primario – ce la facciamo: tanti escono, tanti entrano. Il problema è che da alcuni giorni si sta riversando qui un numero crescente di pazienti dal Milanese, dove la rete sanitaria è in maggiore sofferenza ». In ospedale sono giunti casi tra l’altro da Gallarate, Sesto San Giovanni, Melegnano. E al Beato Matteo valutano che circa il 15% dei loro 44 ricoverati arrivino dalla città metropolitana.

Si sono intanto riempiti in pochi giorni tutti i 7 posti di terapia intensiva Covid riattivati dal 3 novembre in ospedale. Nell’immediato non dovrebbero aggiungersene altri a Vigevano, mentre l’Asst nel fine settimana ne aprirà 5 a Voghera. Dalla Regione continuano forti pressioni per inviare anestesisti e infermieri all’ospedale in Fiera: l’azienda fa resistenza, le trattative continuano e potrebbe essere concesso un solo anestesista da Vigevano e (forse) qualche infermiere da Voghera. Di più significherebbe chiudere letti qui per aprirli là: un assurdo.

Tornando ai ricoveri ordinari, i reparti dedicati in ospedale a Vigevano rimangono due, Covid-1 negli spazi dell’ex Otorino, ex Oculistica e Pgs (Piano gestione sovraffollamento del Pronto soccorso), e Covid-2 in Medicina, entrambi quasi esauriti, con 72 letti su 74 occupati ieri pomeriggio. Presto potrebbe essere riattivato Covid-3 nell’ex Ortopedia, reparto vuoto a disposizione: il problema è reperire il personale. Per farlo potrebbe essere necessario sospendere le attività ambulatoriali non urgenti.

Nell’Asst ci sono poi 20 letti Covid per sub-acuti a Casorate, tutti pieni, e da martedì è stato aperto un reparto Covid anche a Stradella, dove in un giorno sono entrati ben 19 ricoverati. Mortara e Mede per adesso restano “puliti”. A Mortara sono attive Medicina (con alcuni letti di Pneumologia), Chirurgia, dove sta lavorando solo Oculistica, e Riabilitazione.

Intanto da ieri (mercoledì) è stata allestita e attivata una tenda di pre-triage nel cortile del Pronto soccorso di Vigevano (nella foto). Da lì devono passare tutti i pazienti in arrivo e che ormai sono in maggior parte casi Covid, sicuri o dubbi. I sanitari fanno una prima valutazione per individuare i sospetti e dividere i percorsi. Quelli che arrivano in ambulanza sono valutati direttamente a bordo: se sospetti, accedono all’ospedale dai sotterranei.

Al Beato Matteo non ci sono letti di terapia intensiva Covid: nel gruppo San Donato sono alla “Città di Pavia”, dove nei giorni scorsi è stato inviato un paziente da Vigevano che si era aggravato, mentre il Beato Matteo mantiene la sua Rianimazione “pulita”. I 45 letti ordinari Covid dovrebbero essere incrementati di 10-15 nei prossimi giorni, destinando tutto il secondo piano e mantenendo comunque 15 letti di Medicina non-Covid nell’ex Chirurgia bariatrica.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Scuole di danza e palestre: a breve la riapertura

Scuole di danza e palestre: a breve la riapertura

pavia

Blue Rose Donna, l'associazione che tutela le donne vittime di violenza

Blue Rose Donna, l'associazione che tutela le donne vittime di violenza

san martino siccomario

Un corso di meditazione per gli studenti di Medicina

Un corso di meditazione per gli studenti di Medicina

pavia

Corso di laurea in Odontoiatria: l’importanza della pratica in presenza

Corso di laurea in Odontoiatria: l’importanza della pratica in presenza

pavia

Incidente stradale a Cassolnovo: le immagini dei soccorsi

Incidente stradale a Cassolnovo: le immagini dei soccorsi

Il video

Il CAV Pavia lancia un importante appello

Il CAV Pavia lancia un importante appello

Pavia

Sabato sera, la situazione in centro storico a Vigevano

Sabato sera, la situazione in centro storico a Vigevano

Zona gialla

Il regista Giuseppe Di Giorgio annuncia due progetti imminenti

Il regista Giuseppe Di Giorgio annuncia due progetti imminenti

Pavia

Covid, neo laureata subito in campo

Covid, neo laureata subito in campo

Pavia