"Un osservatorio cittadino sul disagio causato dal Covid"

In una mozione la richiesta di tutti i consiglieri di minoranza

Bruno Ansani

26 Novembre 2020 - 16:48

"Un osservatorio cittadino sul disagio causato dal Covid"

Un cambio di passo con la costituzione di un Osservatorio Covid. Lo chiedono alla nuova Amministrazione comunale tutti i gruppi di minoranza in una mozione congiunta che prende le mosse dalla particolare situazione del secondo lockdown.

"La platea delle famiglie bisognose di aiuti si è allargata - fanno notare le minoranze nel loro documento -  anche a quelle che non rientrano nei parametri del reddito Isee, mentre quelle già assistite esprimono necessità nuove: dai pannolini, ai tablet, alle connessioni internet per i figli a carico. Inoltre, la pandemia ha colpito duramente i commercianti cittadini e le attività di ristorazione, costrette alla chiusura con gravi perdite di fatturato”.

Una situazione che la nuova amministrazione comunale sta affrontando ricalcando quanto fatto dalla precedente, si legge nel documento, con  “accentramento delle decisioni in assenza di dati certi sulle necessità delle famiglie che solo le associazioni e le categorie che sono a più contatto diretto con esse possono avere e mettere a disposizione”. Per raccogliere dati sulla base dei quali assumere provvedimenti mirati, le minoranze unite chiedono la istituzione di un Osservatorio Covid composto dai rappresentanti delle associazioni di volontariato, del Comitato intercategoriale, di ReteSalute e della medicina territoriale, dall’Assessore ai servizi sociali con un suo funzionario, quello alle attività produttive con un suo funzionario e da rappresentanti di maggioranza e minoranza del Consiglio Comunale”.

Una organizzazione ristretta e operativa per consentire al Sindaco Ceffa e alla giunta comunale di avere il quadro generale e reale degli interventi necessari alla città e alle realtà  produttive. Sul reperimento di nuove risorse necessarie ad affrontare il secondo  lockdown, i gruppi di minoranza chiedono la convocazione della commissione consigliare competente per riprendere l’idea di alimentare un fondo ad hoc con stanziamenti della Amministrazione e aperta a contributi delle aziende, delle Fondazioni, di Enti e di  singoli cittadini. 

Il documento è firmato da tutti e nove i consiglieri comunali di opposizione (Luca Bellazzi e Luca Mazzola (Polo Laico) Alessio Bertucci, Emanuele Corsico Piccolini, Matilde Perotti, Arianna Spissu (Pd), Silvia Baldina (Movimento 5 Stelle), Giuseppe Squillaci (La Strada verso Vigevano), Furio Suvilla (Futuro e civiltà). Ecco a seguire il testo integrale della mozione.

Ritenuto che la situazione del secondo lockdown cittadino presenta aspetti diversi da quelle affrontate dal Comune e dalle associazioni di volontario nel corso della prima fase dell’emergenza

E CHE

la platea delle famiglie bisognose di aiuti si è allargata anche a quelle che non rientrano nei parametri del reddito ISEE, mentre quelle già assistite esprimono necessità nuove: dai pannolini, ai tablet, alle connessioni internet per i figli a carico, oltre

Inoltre, la pandemia ha colpito duramente i commercianti cittadini e le attività di ristorazione, costrette alla chiusura con gravi perdite di fatturato.

A oggi, la risposta della nuova amministrazione ricalca quella della precedente: accentramento delle decisioni in assenza di dati certi sulle necessità delle famiglie che solo le associazioni e le categorie che sono a più contatto diretto con le famiglie possono avere e mettere a disposizione.

Per affrontare con maggiore incisività ed efficienza la seconda emergenza, occorra istituire un Osservatorio Covid composto dai rappresentanti delle associazioni di volontariato, del Comitato intercategoriale, di ReteSalute e della medicina territoriale, dall’Assessore ai servizi sociali con un suo funzionario, quello alle attività produttive con un suo funzionario e da rappresentanti di maggioranza e minoranza del Consiglio Comunale.

È in questa nuova sede, strettamente operativa, che il Comune deve ricevere le indicazioni e i dati utili ad operare e quindi ad impegnare le somme a disposizione. L’Amministrazione potrà decidere come impegnare le risorse non più in prima persona, ma in maniera più mirata e articolata nei campi di intervento indicati dalla struttura operativa.

TUTTO CIO’ PREMESSO E CONSIDERATO CHIEDIAMO PERTANTO CHE IL SINDACO E LA GIUNTA SI IMPEGNINO A:

1. costituire l’Osservatorio Covid con le modalità sopra definite;

2. che il Sindaco e l’assessore competente facciano proprie le indicazioni portate da esso, traducendo il tutto in atti amministrativi;

3. che le relazioni dei lavori della nuova struttura siano inviate ai consiglieri comunali;

4 . che, facendo seguito a quanto dichiarato dalla maggioranza durante il Consiglio Comunale del 28/10 u.s., allorché venne respinta una mozione dedicata, si convochi subito la Commissione competente al fine di creare una struttura adeguata al reperimento dei fondi da utilizzare a supporto delle attività sopra descritte, coinvolgendo, oltre all’Amministrazione Comunale, le aziende, le Fondazioni, gli Enti e i singoli cittadini. 

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Scuole di danza e palestre: a breve la riapertura

Scuole di danza e palestre: a breve la riapertura

pavia

Blue Rose Donna, l'associazione che tutela le donne vittime di violenza

Blue Rose Donna, l'associazione che tutela le donne vittime di violenza

san martino siccomario

Un corso di meditazione per gli studenti di Medicina

Un corso di meditazione per gli studenti di Medicina

pavia

Corso di laurea in Odontoiatria: l’importanza della pratica in presenza

Corso di laurea in Odontoiatria: l’importanza della pratica in presenza

pavia

Incidente stradale a Cassolnovo: le immagini dei soccorsi

Incidente stradale a Cassolnovo: le immagini dei soccorsi

Il video

Il CAV Pavia lancia un importante appello

Il CAV Pavia lancia un importante appello

Pavia

Sabato sera, la situazione in centro storico a Vigevano

Sabato sera, la situazione in centro storico a Vigevano

Zona gialla

Il regista Giuseppe Di Giorgio annuncia due progetti imminenti

Il regista Giuseppe Di Giorgio annuncia due progetti imminenti

Pavia

Covid, neo laureata subito in campo

Covid, neo laureata subito in campo

Pavia