Lavori nei parchi comunali per i beneficiari del Reddito di cittadinanza

Il primo progetto prevede l'impiego di quattro persone

Bruno Ansani

13 Gennaio 2021 - 16:29

conferenza stampa puc

Da sinistra l'assessore Semplici, il sindaco Ceffa e l'assessore Segù

VIGEVANO - Saranno quattro persone che percepiscono il Reddito di cittadinanza, divise in due squadre, ad occuparsi di monitorare la condizione dei parchi comunali cittadini e di effettuare piccoli interventi di pulizia e manutenzione di giochi e giostrine (ma non del verde). È il primo progetto che partirà a Vigevano, presentato ieri dagli assessori competenti in una conferenza stampa che si è svolta in aula consiliare (Daniele Semplici, ambiente e Marzia Segù, servizi sociali) e dal sindaco Andrea Ceffa. "Parchi e verdi a misura di bambino" è il nome dato al primo Puc (Progetti utili alla collettività), che prevede un impiego settimanale per 8-10 ore a persona coinvolta e sarà di carattere sperimentale (fino a giugno prossimo). I parchi sui quali si interverrà saranno Parco Parri (se la gestione tornerà al Comune), il Parco degli Alpini in corso Genova (idem), Parco Isola che non c'è in viale Beatrice d'Este, quello di via Montenero, il giardino di Palazzo Riberia, i due in via Brigate Partigiane (compreso lo skate park), Parco Pertini in via Leonardo da Vinci, il parco Baden Powell in viale Petrarca, Parco Longo, il giardino delle scuole Regina Margherita e infine quello di via Ippocrate. 

La proposta di avviare questi progetti legati al Reddito di cittadinanza era stata sollecitata, fin dall'anno scorso, dalla consigliera cinquestelle Silvia Baldina,anche lei presente alla conferenza stampa di mercoledì mattina. "Mi fa piacere - ha commentato - aver stimolato l’interesse nei Puc. Nella mia  interrogazione di giugno chiedevo di far lavorare i beneficiari RDC partendo dai parchi pubblici. Speriamo che partano anche altri progetti come quelli sociali e culturali e che non sia solo un spot pubblicitario per far vedere che si fa qualcosa. Spiace si sia perso tempo da ottobre 2019 e che la precedente amministrazione non l’abbia mai considerato. Comunque i beneficiari sono 2.000 e mi aspetto che vengano coinvolte presto altre persone. Lo prevede anche la legge da oltre un anno".

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Covid, neo laureata subito in campo

Covid, neo laureata subito in campo

Pavia

Il grido di dolore del settore alberghiero

Giovanni Merlino, presidente di Federalberghi Pavia

Il grido di dolore del settore alberghiero

Pavia

La corretta alimentazione durante il periodo del Covid

La corretta alimentazione durante il periodo del Covid

e-book

Donazione della Protezione Civile di Sartirana all'AGAL

Donazione della Protezione Civile di Sartirana all'AGAL

il video

La campanella torna a suonare: bimbi nuovamente a scuola

La campanella torna a suonare: bimbi nuovamente a scuola

Pavia

Pieve del Cairo: la consegna borse di studio

Pieve del Cairo: la consegna borse di studio

In arrivo importanti fondi per l'Università di Pavia

In arrivo importanti fondi per l'Università di Pavia

Pavia

Natale a Pavia, la solidarietà verso i più deboli

Natale a Pavia, la solidarietà verso i più deboli

Covid, neo laureata subito in campo

Covid, neo laureata subito in campo

Pavia