Elezioni comunali: "La parola ora passa alla magistratura ordinaria"

Gli ex candidati sindaco dopo la bocciatura al Tar del loro ricorso

Bruno Ansani

29 Gennaio 2021 - 16:56

Elezioni comunali: "La parola ora passa alla magistratura ordinaria"

La conferenza stampa con Alessio Bertucci, Luca Bellazzi, Silvia Baldina e Furio Suvilla

VIGEVANO - Sulle elezioni comunali del 20 e 21 settembre scorsi la sentenza del Tar ha messo la parola fine. I candidati sindaco ricorrenti hanno deciso di non appellarsi al Consiglio di Stato. Resta però aperta la vicenda penale, con la querela per frode elettorale che gli stessi ormai ex candidati avevano presentato prima ancora della pronuncia dei giudici amministrativi. Ad essa ora è stata aggiunta una memoria integrativa contenente il giudizio del Tar, considerato "contradditorio" da Furio Suvilla (Vigevano Futura) in una conferenza stampa che si è svolta venerdì mattina. Una strada condivisa anche dagli altri ricorrenti (assente, ma in linea con gli altri Giuseppe Squillaci de La Strada verso Vigevano) Alessio Bertucci (centrosinistra), Luca Bellazzi (Polo Laico) e Silvia Baldina (M5S). "Il Tar - ha spiegato Suvilla - ha ritenuto non ci fossero i presupposti per l'annullamento delle elezioni, ma ha riconosciuto la fondatezza del ricorso e la sussistenza di anomalie e irregolarità in diverse sezioni", in particolare alla 45 (con 650 schede fantasma). "La sentenza sarebbe ampiamente appellabile, ma il nostro intento era ripristinare trasparenza e legalità nel processo elettorale. Vedremo cosa deciderà la magistratura ordinaria". C'è poi il caso delle 5 "schede ballerine", già votate e vidimate da un'altra sezione, trovate durante lo scrutinio al seggio 23: "Prima o poi la manina che ha infilato quelle schede sarà beccata", ha detto Bellazzi. Ma non si rischia di passare per i Trump della situazione? Gli ex candidati, ora tutti consiglieri comunali hanno voluto precisare che non è in discussione la legittimità del vincitore, l'attuale sindaco Andrea Ceffa, ma la necessità che il processo elettorale sia svolto in modo corretto e nel rispetto della legalità. E non con 3 mila schede che secondo i conteggi contenuti nel ricorso sono sparite o riportate in modo confuso in verbali spesso pasticciati e contenenti infinite correzioni sui numeri. 

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Incidente stradale a Cassolnovo: le immagini dei soccorsi

Incidente stradale a Cassolnovo: le immagini dei soccorsi

Il video

Il CAV Pavia lancia un importante appello

Il CAV Pavia lancia un importante appello

Pavia

Sabato sera, la situazione in centro storico a Vigevano

Sabato sera, la situazione in centro storico a Vigevano

Zona gialla

Il regista Giuseppe Di Giorgio annuncia due progetti imminenti

Il regista Giuseppe Di Giorgio annuncia due progetti imminenti

Pavia

Covid, neo laureata subito in campo

Covid, neo laureata subito in campo

Pavia

Il grido di dolore del settore alberghiero

Giovanni Merlino, presidente di Federalberghi Pavia

Il grido di dolore del settore alberghiero

Pavia

La corretta alimentazione durante il periodo del Covid

La corretta alimentazione durante il periodo del Covid

e-book

Donazione della Protezione Civile di Sartirana all'AGAL

Donazione della Protezione Civile di Sartirana all'AGAL

il video

La campanella torna a suonare: bimbi nuovamente a scuola

La campanella torna a suonare: bimbi nuovamente a scuola

Pavia