Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Le norme in vigore da lunedì 6 dicembre fino al 15 gennaio

Green pass "rafforzato": ecco quando servirà

Per consumare al chiuso, entrare in stadi e palazzetti, feste e discoteche

Claudio Bressani

Email:

claudio.bressani@ievve.com

01 Dicembre 2021 - 22:21

Green pass "rafforzato": ecco quando servirà

Scatterà dalla prossima settimana l’obbligo di Green pass “rafforzato”, chiamato anche Super Green pass, introdotto dal decreto legge 26 novembre 2021 numero 172. Sarà necessario per accedere a una serie di locali, attività e servizi anche in zona bianca. È una misura transitoria, in vigore per il periodo natalizio, dal 6 dicembre al 15 gennaio. Poi, a regime, sarà richiesto solo in caso di zona gialla o arancione.

Anzitutto, cos’è il green pass “rafforzato”?
Oggi il documento si può ottenere in tre modi: in caso di completamento del ciclo vaccinale primario da meno di 9 mesi, in caso di guarigione da Covid da meno di 6 mesi o in caso di tampone negativo. Il Green pass “rafforzato” è quello ottenuto solo con uno dei primi due requisiti: in altre parole non basta più il tampone negativo da ripetere periodicamente, visto che vale per 48 ore.

Nei 40 giorni a cavallo di Natale e Capodanno, anche in caso di permanenza in zona bianca, il Green pass “rafforzato” sarà obbligatorio per:
• consumare al tavolo al chiuso in bar e ristoranti;
• assistere a spettacoli aperti al pubblico (cinema, teatri, concerti), a eventi e competizioni sportive (stadi, palazzetti);
• entrare in sale da ballo e discoteche;
• partecipare a feste e cerimonie pubbliche.

In altri casi invece basta il Green pass “base”, ottenibile anche a seguito di tampone. Rispetto al passato è diventato obbligatorio anche per accedere a:
alberghi (e relative attività di ristorazione);
spogliatoi di attività sportive svolte all’aperto;
ferrovie interregionali e regionali;
trasporto pubblico locale (metropolitane, bus, tram).

Il Green pass “base” era già e resta obbligatorio per:
andare al lavoro;
• frequentare l’università;
• viaggiare su aerei, treni, autobus a lunga percorrenza;
• entrare in musei e mostre, centri culturali come biblioteche, sociali o ricreativi;
• frequentare piscine, palestre, centri benessere (solo al chiuso) e accedere ai relativi spazi adibiti a spogliatoi e docce, nonché impianti sciistici;
• partecipare a sagre e fiere, convegni, congressi, concorsi pubblici;
• entrare in centri termali, parchi di divertimento, sale da gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò.

Con lo stesso decreto l’obbligo vaccinale (compresa terza dose) è stato esteso dal 15 dicembre anche a:
personale scolastico;
• personale del comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico;
• personale che opera a qualsiasi titolo all’interno di strutture sanitarie e sociosanitarie;
• personale che opera a qualsiasi titolo alle dipendenze dell’amministrazione penitenziaria.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400