Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

in Provincia di pavia

Spandimento fanghi, i sindaci: «Potenziamo i controlli della polizia provinciale»

Gli interventi di Angelo Bargigia e Adriano Piras.

Ilaria Dainesi

Email:

ilaria.dainesi@ievve.com

04 Dicembre 2021 - 16:48

Spandimento fanghi, i sindaci: «Potenziamo i controlli della polizia provinciale»

Immagine di repertorio

Sulle problematiche legate all’utilizzo dei fanghi sui campi agricoli, anche alla luce della recente operazione dei carabinieri forestali, intervengono due sindaci della provincia di Pavia, entrambi della Lega.

«La salute dei cittadini, la tutela ambientale, la sicurezza del territorio e il corretto rispetto delle norme sono la base per una giusta qualità della vita nella nostra provincia – dichiara Angelo Bargigia, sindaco di Marzano  –Certamente i controlli, i sopralluoghi, le verifiche e le segnalazioni agli enti competenti rappresentano strumenti indispensabili per monitorare ciò che accade sul territorio; ritengo anche che possa essere potenziato il servizio della polizia provinciale al fine di sostenere il lavoro degli esperti degli enti competenti e aumentare i controlli a beneficio dei nostri cittadini. La polizia provinciale può essere un supporto anche per la polizia locale dei Comuni in casi specifici. Valorizzazione delle competenze e coordinamento territoriale devono andare di pari passo a vantaggio della sicurezza di tutti».

 

Da sinistra: Angelo Bargigia e Adriano Piras

Adriano Piras, primo cittadino di Mezzanino, afferma: «Il 16 giugno scorso – fa sapere – ritenevo doveroso inviare all’Arpa una richiesta di sopralluogo per la verifica dello spandimento di fanghi in area golenale da parte di una azienda agricola. I cittadini mi avevano infatti segnalato molestie olfattive e la presenza di numerosi insetti. Chiedevo dunque un sopralluogo al fine di capire se lo spandimento fosse effettuato in modo corretto e se i prodotti utilizzati fossero conformi. Come sindaco ho sempre ritenuto doveroso attivarmi sul territorio per la sua difesa e per la verifica di qualsiasi situazione che potesse arrecare danno grande o piccolo ai cittadini, all’ambiente, alla sicurezza, alla salute».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400