Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Elezioni provinciali

Palli vince al photofinish il derby per la Provincia : il rivale sconfitto per soli 261 voti

Il sindaco di Varzi si aggiudica il derby del centrodestra contro il primo cittadino di Marzano Angelo Bargigia. Determinante il voto vigevanese, ma la città Ducale incassa una storica e clamorosa debacle: nessun consigliere eletto

Bruno Ansani

Email:

bruno.ansani@ievve.com

18 Dicembre 2021 - 23:40

Palli

PAVIA - Giovanni Palli, 40 anni compiuti nel giugno scorso, sindaco di Varzi nonché presidente della comunità Montana oltrepadana, è il nuovo presidente della Provincia di Pavia.

È lui il vincitore, per una manciata di voti (261) , del derby al veleno in casa Lega. Una elezione piena di colpi di scena, con parecchi voti contestati e con schede del presidente finite nell'urna del consiglio e quindi ripescate. Lo scarto tra i due contendenti - Palli candidato ufficiale del centrodestra contro Angelo Bargigia sindaco di Marzano voluto dall'ala leghista che fa riferimento all'europarlamentare Angelo Ciocca - è stato risicato. A Bargigia sono andati molti voti dei comuni medio-piccoli e qualche franco tiratore dei comuni più importanti. Già in serata dalla città ducale, ambienti leghisti affermavano che il successo del sindaco oltrepadano è per merito di Vigevano che compatto ha portato voti al candidato ufficiale del centrodestra.

CLAMOROSA DEBACLE PER VIGEVANO

Considerazioni che sono suonate beffarde, dato che il candidato vigevanese della Lega, Riccardo Ghia, non è stato eletto. In consiglio provinciale, oltre al neo presidente, la lista del centrodestra porta due lomellini, i sindaci di Mortara e Gambolò, Marco Facchinotti e Antonio Costantino, oltre alla consigliera mortarese Daniela Bio (Forza Italia). Gli altir eletti nella lista di Palli sono Giuseppe Carbone, Amedeo Quaroni e Claudio Mangiarotti. Giovanni Amato e Filippo Droschi sono i due consiglieri eletti dalla lista che candidava Bargigia a presidente, mentre il centrosinistra piazza in consiglio il sindaco di San Martino Siccomario Alessandro Zocca, il civico Elio Giovanni Grossi, il pavese Giuliano Ruffinazzi e il vogherese Emiliano Scolè. Vigevano aveva due consiglieri, oggi ridotti a zero.

 

Riccardo Ghia

Tuttavia il sito web della Provincia di Pavia, a tarda notte, ancora non dava per proclamato il nuovo presidente: ci sarebbe una contestazione - rilevano fonti vicine al candidato presunto sconfitto - " a causa di seggio con 10 schede in più".

 

 

 

Il post sui social di Giovanni Palli: nella notte la festa per la vittoria 

 

Uno scarto minimo. A Giovanni Palli sono andati 36.435 voti contro i 36.174 di Bargigia. "Non ci fosse stato il voto ponderale ma l'alzata di mano, avrebbe vinto Bargigia. Ha avuto in assoluto più voti di Palli, ma questa legge elettorale prevede l'assurdità del voto ponderale", commentano i sostenitori del sindaco di Marzano. Che da parte sua annuncia che richiederà il riconteggio delle schede.

 

 

Il profilo social di Angelo Bargigia, sindaco di Marzano, candidato presidente della Provincia di Pavia

"Ci sono schede nulle sulle quali vogliamo chiarezza, con uno scarto così risicato è il minimo. Ringrazio comunque tutti coloro, e sono tanti, che hanno creduto nel nostro progetto. Bastava un solo voto di un consigliere "pesante" per vincere Purtroppo non è stato così,  abbiamo perso per una manciata di voti su decine di migliaia", ha commentato a caldo Bargigia.

La sede dell'amministrazione provinciale di Pavia in piazza Italia

 

Per la giornata di domenica, il neo presidente ha annunciato la sua prima uscita da numero uno della Provincia a Vigevano in occasione della mostra La Lomellina da scoprire che verrà inaugurata alle 17 nella sala del duca in Castello. " Un preciso segnale - dice il sindaco di Vigevano Andrea Ceffa - per la città e il territorio che ha contribuito in modo determinante al suo successo" 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400