Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Gambolò

Ex Metalplast, la bonifica si avvicina: assegnato il primo lotto dei lavori

Appalto da oltre mezzo milione di euro, l'intervento inizierà nei primi mesi del nuovo anno.

Ilaria Dainesi

Email:

ilaria.dainesi@ievve.com

30 Dicembre 2021 - 14:10

Ex Metalplast, la bonifica si avvicina: assegnato il primo lotto dei lavori

Un sopralluogo nei mesi scorsi all’interno dell’ex Metalplast

Nei primi mesi del 2022 partirà il primo lotto dei lavori di messa in sicurezza dell’ex Metalplast, sito industriale dismesso nelle campagne di Gambolò, non distante dalla frazione Garbana. La ditta, specializzata nel recupero dell’alluminio da involucri e imballaggi, era fallita nel 2007 e da allora l’area è diventata una discarica abusiva a cielo aperto. Ad aggiudicarsi l’appalto, da oltre mezzo milione di euro (circa 566mila euro), sono state le aziende Teknova Ambiente srl e Noldem srl, che hanno partecipato insieme costituendo un raggruppamento temporaneo di impresa, e presentando un’offerta con un ribasso del 16,41% rispetto all’importo a base di gara.

Metalplast: porte aperte tra eternit e pneumatici

L'impianto chiuso definitivamente dal 2007 era specializzato nel recupero di alluminio dagli imballaggi. Fu chiuso una prima volta nel 2005 perchè non rispettava le norme ambientali sull'inquinamento.

«Il cantiere – spiega il sindaco di Gambolò Antonio Costantinodovrebbe partire già a febbraio. Occorreranno alcuni mesi per terminare il primo lotto, che sarà funzionale alla bonifica vera e propria dell’area. Dovrà prima essere creata una “testa di ponte”, che servirà per allestire un’area logistica necessaria per avviare la rimozione dei rifiuti, la maggior parte di tipologia Rsu, nella parte antistante. Si proseguirà con l’abbattimento delle parti pericolanti del fabbricato e la loro rimozione; una operazione, quest’ultima, che dovrà essere effettuata con le dovute protezioni». La copertura dello stabilimento, in amianto, è in cattivo stato di conservazione; nei progetti preliminari erano state stimate circa 385 tonnellate di manufatti in cemento-amianto presenti nell’area.

Nel video qui sotto, del novembre 2019, le dichiarazioni del sindaco di Gambolò Antonio Costantino e dell'allora vicesindaco Antonello Galiani dopo che la giunta regionale aveva accolto la richiesta di finanziamento sull'ex Metalpast presentata dall’amministrazione comunale.

Nell’autunno del 2019 il progetto di ripristino ambientale dell’area presentato in Regione aveva ottenuto un contributo di 916mila euro. Un risultato che il primo cittadino rivendica e che è intenzionato a “spendere” anche in vista della campagna elettorale per le amministrative: «In primavera si andrà a votare – dichiara il sindaco Costantino (Lega) – e, sull’ambiente, cinque anni fa avevamo presentato un programma ambizioso, che abbiamo rispettato. Siamo partiti con l’efficientamento energetico, attraverso la riqualificazione dell’impianto comunale dell’illuminazione a led. Poi, il risparmio dell’acqua con la realizzazione di pozzi di raccolta di quella piovana per l’irrigazione del campo sportivo. Fino all’istituzione delle figure degli ispettori e delle guardie ambientali. L’avvio della bonifica alla Metalplast – conclude Costantino – rappresenta la “ciliegina sulla torta” di un’azione di protezione dell’ambiente a favore del nostro territorio e di chi ci vive».

Garbana, ancora un incendio alla Metalplast

Questa volta sono andati in fumo degli scarti di alluminio. Indagano i carabinieri.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400