Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

covid

Mascherine, come vanno indossate: mai la chirurgica sotto l'Ffp2. Gli psichiatri: chi soffre d'ansia non la toglierà

All'aperto restano obbligatorie in zona bianca fino al 10 febbraio

Ilaria Dainesi

Email:

ilaria.dainesi@ievve.com

04 Febbraio 2022 - 15:32

Mascherine, come vanno indossate. Gli scienziati: mai la chirurgica sotto l'Ffp2

Indossare correttamente le mascherine è fondamentale per limitare il rischio di contagio. Fino a giovedì 10 febbraio saranno obbligatorie anche all'aperto in zona bianca

Qui sotto, un estratto dell'ordinanza del Ministero della Salute del 31 gennaio

In Lombardia – attualmente in zona gialla – non dovrebbe però cambiare nulla fino a un ritorno in zona bianca (attualmente le uniche regioni in zona bianca sono Basilicata, Molise e Umbria). 

L’obbligo non è comunque previsto per:

  • bambini sotto i 6 anni di età
  • persone che, per la loro invalidità o patologia, non possono indossare la mascherina;
  • operatori o persone che, per assistere una persona con disabilità, non possono a loro volta indossare la mascherina (per esempio: chi debba interloquire nella L.I.S. con persona non udente)

Non è obbligatorio indossare la mascherina, sia all’aperto che al chiuso:

  • mentre si effettua l’attività sportiva
  • mentre si mangia o si beve, nei luoghi e negli orari in cui è consentito;
  • quando, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantito in modo continuativo l'isolamento da persone non convivente

Il Ministero della Salute spiega che nella maggioranza dei casi si possono indossare sia le mascherine di comunità che quelle chirurgiche, ma il Decreto-Legge 221 del 24 dicembre 2021 ha individuato delle situazioni specifiche in cui si devono obbligatoriamente utilizzare solo mascherine di tipo Ffp2 o Ffp3. 

Fino al 31 marzo, sarà obbligatorio indossare le Ffp2:

  • su tutti i mezzi di trasporto
  • in occasione di spettacoli aperti al pubblico che si svolgono all’aperto e al chiuso in teatri, sale da concerto, cinema, locali di intrattenimento e musica dal vivo (e altri locali assimilati) e per gli eventi e le competizioni sportive sia al chiuso sia all’aperto; in tutti questi casi è vietato il consumo di cibi e bevande al chiuso

 

GLI PSICHIATRI: PER GLI ANSIOSI RISCHIA DI DIVENTARE UNA "COPERTA DI LINUS"

Non tutti saranno disposti a togliere le mascherine, anche quando le restrizioni verranno meno. Ne sono convinti gli psichiatri Massimo di Giannantonio ed Enrico Zanalda, co-presidenti della Società Italiana di Psichiatria (SIP). «Soprattutto chi soffre d’ansia non la toglierà – hanno spiegato all'Agitrasformandola in una rassicurante e protettiva "coperta di Linus" che segna il confine tra noi e il resto del mondo. E se smettere di usare la mascherina all’aperto non sarà facile per tutti, ancora più complesso sarà tornare ad avvicinarci agli altri, ad abbracciarsi, e ad avere contatti fisici. Saremo molto diffidenti nel riavvicinarci agli estranei, e difficilmente daremo la mano quando non ci si conosce. Baci e abbracci torneranno ma saranno selettivi». Secondo i due psichiatri, anche il continuo cambiamento di regole è causa di insicurezza e di instabilità, contribuendo a rendere le persone più ansiose. «Rendere le regole meno stringenti – hanno poi aggiunto – se davvero la pandemia sta allentando la sua presa, resta una decisione corretta e consona ai tempi».

DOVE TENERLE E COME INDOSSARLE: COSA DICONO GLI STUDI PIÙ RECENTI

Per conservare al meglio le mascherine, gli esperti raccomandano di tenerle lontano dalle zone umide e riporle in astucci di carta o tessuto. Da evitare la plastica, come ha spiegato bene all'Adnkronos l'ingegnere chimico Cristiana Boi, professoressa associata dell'Università di Bologna, che ha effettuato con il suo team una serie di test per verificare la tenuta dei dispositivi di sicurezza nel tempo. In base ai risultati, è emerso che le mascherine, anche le Ffp2, possono funzionare fino a 40 ore, non necessariamente di fila. Il suggerimento è di preferire la chirurgica all'aperto e la Ffp2 quando si entra in un luogo al chiuso. Un'altra regola fondamentale che va tenuta presente è di non indossare mai la mascherina chirurgica sotto la Ffp2. È invece corretto fare il contrario, ovvero indossare la Ffp2 aderente al viso e, all'esterno, la chirurgica

Il video del Ministero della Salute spiega il corretto uso delle mascherine

COME VANNO SMALTITE

Le indicazioni arrivano dal Ministero della Salute: nelle abitazioni in cui sono presenti persone in isolamento o in quarantena deve essere interrotta la raccolta differenziata e tutti i rifiuti domestici, indipendentemente dalla loro natura (includendo fazzoletti, rotoli di carta, teli monouso, mascherine e guanti), devono essere considerati indifferenziati e, pertanto, gettati all'interno del contenitore utilizzato per la raccolta indifferenziata (se possibile a pedale), ponendoli prima dentro sacchetti resistenti chiusi per evitare contatti da parte degli operatori ecologici. Nelle abitazioni in cui, invece, non sono presenti persone in isolamento o in quarantena si raccomanda di mantenere le procedure in vigore nel territorio di appartenenza, non interrompendo la raccolta differenziata. A scopo cautelativo, tuttavia, fazzoletti, mascherine e guanti eventualmente utilizzati dovranno essere smaltiti nei rifiuti indifferenziati. 

 

 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400