Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

coronavirus

Matrimoni dimezzati dalla pandemia: -50%. Ma nel 2021 arrivano dei segnali di ripresa

I dati elaborati dall'Istat su nozze, unioni civili, separazioni e divorzi. Con rito civile due nozze su tre, diminuisce ancora la nuzialità tra i giovani

Bruno Ansani

Email:

bruno.ansani@ievve.com

21 Febbraio 2022 - 19:25

Matrimoni dimezzati dalla pandemia: -50%. Ma nel 2021 arrivano dei segnali di ripresa

Nel 2020 la pandemia ha indotto molte persone a rinviare o rinunciare alle nozze. I matrimoni celebrati in Italia sono stati 96.841, il 47,4% in meno rispetto al 2019. In calo soprattutto le nozze con rito religioso (-67,9%) e i primi matrimoni (-52,3%). E' quanto risulta da una ricerca effettuata dall'Istat.

Per i primi nove mesi del 2021 i dati provvisori indicano, rispetto allo stesso periodo del 2020, un raddoppio dei matrimoni, ma la ripresa non è sufficiente a recuperare quanto perso nell’anno precedente.

Diminuiscono anche le unioni civili tra partner dello stesso sesso (-33,0%), le separazioni (-18,0%) e i divorzi (-21,9%).

La tabella riassuntiva dei principali dati dell'analisi condotta da Istat

Per approfondire leggi anche: qui la ricerca Istat completa

I dati del 2020 danno conto dell’impatto della pandemia da Covid-19 sui matrimoni, evidenziando un crollo di portata eccezionale che ha quasi dimezzato il numero delle nozze in un solo anno: sono stati celebrati 96.841 matrimoni, 87 mila in meno rispetto al 2019 (-47,4%). La battuta d’arresto si osserva a partire da marzo 2020 con picchi ad aprile e maggio proprio per via delle pesanti restrizioni imposte dalla pandemia. Alcune misure di contenimento (divieto di assembramenti, numero massimo di persone in caso di eventi) hanno comunque riguardato l’intero anno 2020 e si sono protratte nel 2021. Ulteriori elementi a sfavore delle nozze si sono aggiunti, via via, a seguito del dispiegarsi degli effetti sociali ed economici indotti dalla crisi sanitaria.

RIPRESA NEL 2021

Secondo i dati provvisori dei primi nove mesi del 2021 i matrimoni sono raddoppiati rispetto allo stesso periodo del 2020. Questa ripresa delle nozze, tuttavia, non è sufficiente a recuperare quelle perse nel 2020. Confrontando, infatti, i primi nove mesi del 2021 con lo stesso periodo pre-pandemico la variazione resta negativa (-4,5%) e in linea con la diminuzione già sperimentata negli anni più recenti.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400