Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

L'iniziativa

Ucraina, aiuti per i profughi: il Baby Bazar di Vigevano come punto di raccolta

Già tantissimi hanno donato. Chiunque può portare la propria spesa durante gli orari di apertura del negozio di via Farini

Davide Maniaci

Email:

dade.x@hotmail.it

01 Marzo 2022 - 17:21

In neanche venti minuti di permanenza, sono entrate più di 5 persone a lasciare borse contenenti di tutto. Cibo, principalmente: ma anche medicinali, assorbenti, vestiti, oggetti utili per la vita di tutti i giorni. Il cuore grande della città batte forte per l'Ucraina, per i profughi della guerra e chi è rimasto nella sua Patria dilaniata. Il Baby Bazar di via Farini a Vigevano, negozio specializzato nella vendita di prodotti dedicati ai bambini, è diventato un punto di raccolta. Chiunque negli orari di apertura può donare quel che ritiene. «Semplicemente – si schermisce la titolare, Michela Nobile – ho spazio, il negozio è grande e c'è parcheggio nei pressi. Io convoglio soltanto: altre persone poi caricheranno tutto e lo porteranno al confine con l'Ucraina, facendo così arrivare la merce a chi ha davvero bisogno».

Durante l'intervista è arrivato Sergej. Lui, ucraino, in Italia da 15 anni (e ben conosciuto nella sua Cassolnovo), ha due fratelli al fronte. Se ci pensa, gli vengono le lacrime. Sergej è uno dei coordinatori. A portare conforto al suo popolo ci penserà lui. «Non portate più vestiti perché ne abbiamo già tantissimi: concentratevi, se possibile, su cibo a lunga conservazione che non serve cucinare. Biscotti, scatolame soprattutto. E poi medicinali, prodotti per l'igiene intima, assorbenti, pannolini, garze, mascherine. Tutto quello che serve a voi nella vita di tutti i giorni, serve anche agli sfollati». È bastata una singola immagine sui social, quella più in basso, per scatenare un passaparola formidabile. Un via vai al Baby Bazar che fa scendere qualche lacrima: sia pensando a chi soffre in Ucraina, sia ai tanti che hanno deciso di devolvere una piccola spesa (che costa poco o nulla) per aiutare sconosciuti in difficoltà.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400