Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

guerra russia ucraina

Sportello profughi alla Sala Pertini

Promosso dal Coordinamento del Volontariato in via Leonardo da Vinci. Fornirà informazioni e supporto alle persone in fuga dalla guerra

Bruno Ansani

Email:

bruno.ansani@ievve.com

09 Marzo 2022 - 19:21

Sportello profughi alla Sala Pertini

VIGEVANO - Uno sportello di supporto per le persone ucraine in arrivo in città, segnalati dalla rete del volontariato e dalla locale comunità ortodossa: fornirà informazioni e sostegno. È stato istituito dal Coordinamento del Volontariato alla sede di via leonardo da Vinci 15 (Sala Pertini).

Sarà aperto da lunedì a venerdì dalle ore 10 alle ore 12 o anche in altri orari su appuntamento (telefono 0381 78770-366.6445164).

È la prima risposta, concordata nell’ambito della task force, istituita e convocata dal sindaco Andrea Ceffa, all’arrivo dei primi rifugiati dall’Ucraina: per ora sono una ventina, ma il numero è destinato a crescere velocemente. «Si è già consolidata una rete - si legge in un comunicato del Coordinamento - sicuramente destinata ad allargarsi, con le Associazioni Oltremare, Articolo 3, Croce Rossa, Croce Azzurra, Croce Verde, Auser, con le parrocchie dell’Addolorata e della Madonna Pellegrina, con Aiga (Associazione Giovani Avvocati)- Sezione di Vigevano, Kore Cooperativa Sociale, Soroptimist Lomellina, Lions Club Vigevano Sforzesco. La rete ha consentito di supportare già nei primi tre giorni una quindicina di profughi, per lo più mamme con figli anche minori, ospitati da cittadini ucraini residenti in città. Ad alcuni è stata assicurata assistenza legale per l’espletamento delle formalità presso il Commissariato».

Il supporto sanitario è assicurato da Croce Rossa. Il presidente Andrea Motta assicura che è stata «ampliata la disponibilità del servizio dell’Ambulatorio di Comunità al fine di ricevere un tampone, avere una prima visita e supporto per le fasi successive».

Kore Cooperativa si è messa a disposizione per un supporto psicologico. Le mamme con figli in età scolare vengono messe in contatto con l’assessorato alle Politiche Educative per l’inserimento educativo dei bambini. Quasi tutte necessitano di vestiti per sé e per i figli, tablet, pacchi alimentari, mascherine, igienizzanti.

È stato predisposto un elenco con la disponibilità di volontarie delle associazioni e di cittadine ucraine per fornire aiuto per mediazioni linguistiche.

«È bello constatare che ancora una volta il mondo del volontariato vigevanese si è messo a disposizione in una situazione di grave emergenza, collaborando per creare in poco tempo una rete di aiuti che auspichiamo possa recare un minimo di conforto a chi sta vivendo una immane tragedia», dice Rossella Buratti, presidente del Coordinamento.

È stata già avviata una raccolta di generi alimentari/beni di prima necessità tramite un carrello solidale preso il supermercato Carrefour di corso Aldo Moro. Avviata anche una raccolta fondi finalizzata al sostegno delle necessità delle persone ucraine che si rivolgono alla rete.

Per chi volesse effettuare una donazione ecco gli estremi: Coordinamento volontariato vigevano, Codice Iban IT 04Z0306923004 1000000 69369. Causale: “Emergenza Ucraina”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400