Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Addio a Gianni Gualco, ex consigliere e assessore comunale

Aveva 92 anni. Per molti anni guidò la sezione Gramsci del Partito Comunista, fucina di dirigenti e amministratori. Il ricordo dell'ex sindaco Bonecchi

Bruno Ansani

Email:

bruno.ansani@ievve.com

24 Giugno 2022 - 13:08

Addio a Gianni Gualco, ex consigliere e assessore comunale

Un altro pezzo della storia politica vigevanese se ne va. È scomparso infatti Gianni Gualco, consigliere comunale e assessore Pci per un decennio, da fine anni '60 a fine anni '70. Artigiano, è stato titolare per anni di una lavanderia in via Riberia.

Aveva 92 anni e lascia la figlia Lorella, collega giornalista della Provincia Pavese. Gianni Gualco era di origine alessandrina e grande tifoso del Toro. I funerali si svolgeranno in forma civile lunedì prossimo (27 giugno) alle 11 alla Sala del commiato dell'impresa Siof in corso Milano 104.

Gualco fu eletto in consiglio comunale per l'ultima volta nel 1973 e svolse fino al 1979 diversi incarichi nelle giunte presiedute da Franco Pozzi e Luigi Bertone. La sua attività politica principale fu però quella di segretario della sezione Pci di via Saporiti, intitolata a Antonio Gramsci. La sezione del dibattito perenne, quella frequentata dall'intellighenzia del partito: lì si trovavano a discutere ogni venerdì sera - proprio sotto la guida di Gualco, con i suoi inconfondibili baffi bianchi e l'immancabile sigaro -  figure storiche del Pci vigevanese come Emilio Ornati, Antonio Testa, Carlo Santagostino, Valerio Bonecchi.

Proprio l'ex sindaco ha voluto ricordare Gualco e quel periodo con un post sui social: «L'incarico al quale teneva certamente di più e per il quale vorrebbe essere ricordato era quello di segretario, per molti anni, della sezione "Gramsci" del PCI - ha scritto Bonecchi - La sezione centro della città, quella dove, sotto la sua tollerante direzione, si è formata la mia generazione ed è iniziato un processo di rinnovamento delle strutture e del gruppo dirigente del PCI vigevanese. La tolleranza e la capacità di discutere di tutto, senza dogmi precostituiti, questa è stata la caratteristica principale del suo impegno politico. Per la mia generazione, che era un po' dissacrante, e che immaginava il PCI come un Moloch innamovibile e irriformabile gli incontri con persone come Gianni Gualco furono un'autentica rivelazione, le discussioni, che duravano ore, il venerdì sera, ogni venerdì sera, in sezione furono elementi di importante maturazione di convinzioni ideali che, ancora oggi, sono alla base della mia coscienza di uomo e di cittadino».

A Lorella Gualco le sentite condoglianze da parte dell'editore e della redazione de l'informatore Vigevanese.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400