Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

in lombardia

Vaiolo delle scimmie: da domani si aprono le prenotazioni per vaccinarsi

Sono 2mila le dosi messe a disposizione, ecco i requisiti

Ilaria Dainesi

Email:

ilaria.dainesi@ievve.com

09 Agosto 2022 - 16:28

Vaiolo delle scimmie: da domani si aprono le prenotazioni per vaccinarsi

Immagine di repertorio

Sta per partire la campagna di vaccinazione per contrastare l’epidemia di Monkeypox, il vaiolo delle scimmie. In Lombardia le prenotazioni apriranno domani, mercoledì 10, da mezzogiorno sul portale regionale (QUI IL LINK). Il Ministero della Salute ha messo a disposizione 2mila dosi, che saranno ripartite in base all’andamento dei casi, il 70% dei quali è stato rilevato tra persone residenti a Milano; al policlinico San Matteo di Pavia ne verranno consegnate 140.

« I vaccini – fanno sapere dalla Regione – verranno somministrati dai "Centri per la prevenzione delle Infezioni Sessualmente Trasmesse" (centri IST/MTS) delle ASST/IRCCS lombarde e le prime dosi di vaccino "Jynneos" verranno inoculate a partire da domani, mercoledì 10 agosto, e saranno erogate a persone diverse. Successivamente Aria (l’Azienda Regionale per l’Innovazione e gli Acquisti) attiverà un sistema di raccolta di prenotazione in previsione dell’arrivo di ulteriori vaccini». Non verranno vaccinate le persone che hanno già ricevuto una vaccinazione contro il vaiolo. «Indicativamente sono da accettare solo vaccinandi con meno di 45 anni» precisa la Regione.

LA DISTRIBUZIONE DELLE DOSI:

  • IRCCS Policlinico Milano 280

  • ASST FBF Sacco, 280

  • ASST Santi e Paolo, 280

  • ASST Niguarda, 240

  • IRCCS San Raffaele, 280

  • IRCCS San Matteo Pavia, 140

  • ASST Spedali Civili di Brescia, 100

  • ASST Papa Giovanni XXIII di Bergamo, 140

  • ASST Monza, San Gerardo, 140

  • ASST Sette Laghi – Ospedale di Circolo di Varese, 120

I soggetti più a rischio di contrarre la malattia

«Prima della vaccinazione un medico effettuerà l’anamnesi per verificare la presenza di controindicazioni e la rispondenza ai requisiti definiti dal Ministero della Salute per la vaccinazione, in base alle dichiarazioni del soggetto – fanno sapare da regione Lombardia – L’offerta è infatti indirizzata al personale di laboratorio con possibile esposizione diretta al virus e a persone gay, transgender, bisessuali e altri uomini che hanno rapporti sessuali con uomini (MSM) e che hanno avuto comportamenti sessuali a rischio:
– storia recente con più partner sessuali
– partecipazione a eventi di sesso di gruppo
– partecipazione a incontri sessuali in locali, club, cruising, saune
– recente infezione sessualmente trasmessa (almeno un episodio nell’ultimo anno)
– abitudine alla pratica di associare gli atti sessuali al consumo di droghe chimiche (Chemsex»).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400