Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Candia

La tradizionale Barceolada sul Sesia: c'è gloria anche per il garlaschese Bruni

Le immagini più belle della gara di stamattina

Davide Maniaci

Email:

dade.x@hotmail.it

28 Agosto 2022 - 19:09

La tradizionale Barceolada sul Sesia: c'è gloria anche per il garlaschese Bruni

I barcé sul Sesia

Qui le coppe... si mangiano, non sono trofei in metallo da riporre in una mensola. Nonostante un'organizzazione all'ultimo momento per via del Sesia in periodo di magra, Candia ha festeggiato la sua Barceolada, la classicissima regata sul fiume dell'ultima domenica di agosto. Circa venti equipaggi sul barcé che gareggiavano su un circuito, a cronometro. Un 28 agosto terminato col consueto pranzo al ristorante sul ponte del Sesia.

Il sindaco Tonetti, con la polo rossa, e alla sua sinistra il mattatore Orbelli

Mattatore, come al solito, l'abbiatense Elio Orbelli, quasi invincibile. Ha trionfato nella categoria coppie con Flavio Cattaneo ed è arrivato secondo, stavolta insieme a Monica Pelizzoli. Hanno completato il podio Claudio Bruni e Giuseppe Pasquetto. La categoria singoli ha visto Orbelli arrivare secondo (alcuni pensano che abbia "rallentato" per non risultare troppo monotono) dietro a Claudio Bruni, di Garlasco, e davanti al parente Ernesto Orbelli. Ma, come sempre succede durante queste gare storiche - l'edizione è la numero 27 - è l'aneddotica a farla da padrona. Come la presenza del regista Guido Morandini, arrivato da Roma: un gran ritorno dopo 5 anni per il professionista, che quando può corre a Candia e sale anche lui sul barcé. O l'ottima performance di Angelo Bosio. A 81 anni suonati ha portato a termine la sua gara senza una goccia di sudore, con un buon tempo, anche se inferiore a quello di anni fa.

"Lo scorso anno - è il resoconto del sindaco Stefano Tonetti, la cui amministrazione comunale organizza insieme all'associazione Il Remo - ricordo con simpatia quell'equipaggio incagliatosi a metà tragitto. Quest'anno non è successo niente del genere. Una sola coppia di rematori, di Casale, ha deciso di ritirarsi durante la gara vista la scarsità d'acqua e alcuni passaggi al limite. Una bella mattinata calda ma non troppo, e col vento giusto. Sono contento che la Barceolada si sia fatta: lunedì quando siamo venuti a controllare l'acqua del Sesia era al limite, e la risposta era più no che sì. Avevamo quasi deciso di non fare la gara ma di proporre un giretto in barca a chi veniva giusto per granchirsi. Alla Barceolada infatti viene gente anche del Milanese, e qualcuno del Ticino: non solo noi del Sesia. Sabato il livello era aumentato estamattina si è aperto un ulteriore braccio proprio a ridosso della sponda destra che ha consentito di far eseguire la gara in modo tradizionale, con un circuito ad anello intorno alle isole e il classico slalom sotto al ponte". E poi, alla fine, la coppa ai più bravi. Ma quella da gustare sul tagliere.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400