Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Da domani, giovedì 1° settembre

Mortara cambia la raccolta differenziata, addio sacco rosso

Si torna a separare carta e plastica e il servizio inizierà un'ora e mezza prima

Claudio Bressani

Email:

claudio.bressani@ievve.com

31 Agosto 2022 - 21:30

Mortara cambia la raccolta differenziata, addio sacco rosso

Da domani, giovedì, Mortara cambia le regole della raccolta differenziata. La principale novità è l’abolizione del sacco rosso (o unico, o multimateriale), dove da tre anni la plastica finiva insieme alla carta e al cartone. Una scelta sciagurata del Clir che si è rivelata fallimentare sotto diversi punti di vista: da una parte i cittadini, che avevano faticosamente imparato a separare i rifiuti, sono tornati alle cattive abitudini e hanno ripreso a gettare tutto assieme, dall’altra i costi sono volati alle stelle.

«Mescolare carta e plastica era una follia – dice l’assessore all’ambiente Andrea Olivelli – perché la plastica, spesso sporca o unta, rendeva irrecuperabile la carta e il cartone, che così anziché andare al riciclaggio finivano nell’inceneritore. Con il risultato che smaltire il sacco rosso costava 160 euro la tonnellata: più del rifiuto indifferenziato».

Così la nuova amministrazione ha rivisto il contratto con l’impresa Sangalli, che dopo il tracollo del Clir gestisce il servizio di raccolta porta a porta fino al prossimo marzo, in attesa di un appalto pluriennale. È stato ripristinano un passaggio settimanale in più: il martedì si raccolgono carta e cartone, il mercoledì la plastica (assieme al metallo). «Avremo un servizio migliore e meno costoso – commenta Olivelli – perché, con la revisione del contratto, risparmiamo 2300 euro al mese».

Il sindaco Ettore Gerosa e l'assessore all'ambiente Andrea Olivelli

«È solo una soluzione-ponte, sperimentale - prosegue Olivelli - in attesa del nuovo appalto e di una raccolta differenziata fatta bene. Incaricheremo una società specializzata di studiare e proporci sistemi diversi di raccolta, come calotte o cassoni intelligenti, interrati o no, apribili con tessera personalizzata, perché non vogliamo più vedere sacchi del rudo in giro».

L’altra novità è la sparizione delle zona A (città) e B (frazioni): ci sarà un unico giro e un calendario identico per tutto il territorio comunale. E il servizio inizierà alle 5 del mattino e non più alle 6,30 (solo al sabato per il vetro, più rumoroso, l’attività partirà alle 7). Un anticipo di un’ora e mezza che porterà a finire almeno altrettanto prima. «L’abbiamo chiesto – dice il sindaco Ettore Gerosa – per far sparire il più presto possibile i sacchi, che a volte restavano in giro fino a mezzogiorno».

Le modifiche hanno suscitato malumori tra i cittadini per il preavviso minimo con cui sono state annunciate, solo lunedì mattina con una conferenza stampa in Comune. Forse era meglio partire tra una settimana e dare tempo a tutti di assimiliare le novità e organizzarsi. Tanto più che per alcuni giorni il sito internet del Comune è rimasto in blocco. Invece s’inizia già domani, giovedì 1° settembre.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400