Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Divisione C, bella vittoria dell'Expo. C Regionale: Pixel rimaneggiata, ma che coraggio con Casorate!

Per i mortaresi contro Sestri decisiva la terza frazione (80-88 il finale). Nonostante le assenze di Galindez e Finazzi, i ducali impegnano a fondo i varesini uscendo sconfitti solo nelle battute finali (75-79). La Vetrotenda Gambolò limita i danni sul

08 Febbraio 2012 - 18:01

Divisione C, bella vittoria dell'Expo. C Regionale: Pixel rimaneggiata, ma che coraggio con Casorate!
Due periodi complessivamente equilibrati e, nella terza frazione, l'allungo ospite: l'Expo Mortara supera Sestri Levante (80-88) effettuando il sorpasso decisivo al 24', con il 48-50 di Mossi, e quindi allunga con Fant e Manservisi. All'ultimo intervallo breve è 55-66, e in avvio di ultimo quarto i ragazzi di coach Zanellati allungano fino al +20 (58-78). Sarà sufficiente gestire il margine per portare a compimento la missione.
CENTRO BK SESTRI LEVANTE Reffi 21, Stolfi 12, Bigoni 16, Fa. Conti 7, Piazza 2, Cantelli 19, Fr. Conti 1, Brega 2, Ciotoli, Ferri. All. Mori.
EXPO INOX MORTARA Mossi 20, Zandalasini 15, Grugnetti 17, Manservisi 18, Di Paola 8, Pagliai 5, Fant 5, Rolandi; n.e. Omodeo Vanone e L. Zanellati. All. A. Zanellati.


Il lungo applauso del PalaBasletta ha sottolineato a fine incontro la bella prova della Pixel che, sebbene ancora rimaneggiata per le assenze di Galindez e Finazzi, ha impegnato a fondo Casorate, uscendo sconfitta solo nelle battute finali (75-79). Niente a che vedere rispetto alla partita confusionaria e remissiva della scorsa settimana a Cassano; stavolta i vigevanesi hanno venduto cara la pelle e i varesini devono dire grazie all'americano Clock e a Manzo, innesto di metà stagione, che hanno fatto tutta la differenza. Con questa sconfitta si allontana il sogno play-off, ma continuando a giocare così la Cat potrà togliersi ancora delle belle soddisfazioni.
Il gioco è stato sempre avvincente, con i primi due quarti giocati a livelli altissimi da entrambe le squadre. Casorate è micidiale al tiro dalla lunga distanza, ma la Pixel replica facendo leva su di un Leonavicius (nella foto) in serata di grazia ben spalleggiato da Sala. I ducali riescono così ad andare al riposo lungo avanti di sette lunghezze (47-40), ma alla ripresa del gioco gli ospiti sono di nuovo lì con il fiato sul collo. Si va avanti punto a punto, Vigevano ha buone cose da Bocca, Menarini, Moalli e Maiocchi e riesce a chiudere avanti anche il terzo periodo (65-63). Tuttavia con il passare dei minuti, causa le rotazioni limitate, la stanchezza comincia a farsi sentire, Casorate vola a +9 e la gara sembra ormai scappata di mano. Ma non è così: una bomba di Campana e un canestro più fallo di Leonavicius riportano la Cat a contatto di gomito; per due volte Sala riavvicina i suoi a -1 prima di vedersi fischiato un fallo in attacco che tutti i presenti, meno uno, avevano visto a favore. La sua uscita per falli insieme a quella di Maiocchi, oltre ai crampi che colpiscono Leonavicius, sono il segno della resa definitiva, ma a testa più che alta.

PIXEL CAT VIGEVANO Leonavicius 22, Menarini 5, Moalli 9, Sala 18, Bocca 7, Campana 5, Maiocchi 9, Azzini; n.e. Lupi e Bonanno. All. Rossberger.
HYDROTHERM CASORATE Cassano 4, Mancini 6, Manzo 18, Franchini 3, Ferrario 10, Turano 2, Laterza 3, Bordignon 4, Clock 22, Santinon 7. All. Pomelari.

Onorevole prestazione anche della Vetrotenda Gambolò che sul campo della capolista Arese è riuscita a limitare i danni nonostante l'assenza dell'inglese Adu (infortunato a un ginocchio). La squadra di Sandro Munini è sempre stata sotto nel punteggio, ma non ha mai mollato appellandosi soprattutto al cubano Gomez, mentre nel primo tempo da sottolineare le tre bombe consecutive messe a segno da Matteo Munini, figlio del coach.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400