Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Dnb, Mortara beffata sulla sirena

Una correzione a canestro di Gasparin allo scadere del 40' regala il successo a Piacenza (75-77), sempre avanti nel punteggio, ma ripreso in dirittura d'arrivo da una Expo tutto cuore.

08 Dicembre 2013 - 00:51

Dnb, Mortara beffata sulla sirena
Nei finali punto a punto non sempre può andare bene, e così quello che aveva dato a Piombino la bomba di Mossi, a distanza di sei giorni viene tolto dal tap-in di Gasparin grazie al quale Piacenza espugna il nuovo parquet del PalaGuglieri. Gli emiliani hanno una classifica bugiarda, ma nelle ultime giornate hanno fatto vedere di essere in ripresa e l'exploit di Mortara sta a confermarlo. Rolbaldoni e compagni sono stati protagonisti di una prova autoritaria, ma bisogna anche dire che l'Expo ha regalato almeno un tempo agli avversari. Piacenza, sospinta da ottime percentuali realizzative, prende subito la testa (18-23 al 10') e per la prima volta nel corso della stagione il quintetto di Zanellati si trova a dover rincorrere uno svantaggio importante che arriva a toccare le 18 lunghezze (32-50 al 19') prima della bomba di Grugnetti con cui le squadre vanno al riposo (35-50). In avvio di ripresa ancora Scugni prova a dare la carica con altri due tiri pesanti, Mortara adesso c'è, ma sembra non riuscire ad annullare del tutto il gap. Tuttavia allo scadere del 30' Cavallaro confeziona il -5 (56-61) che lascia presagire un'ultima frazione al calor bianco. E così è. I punti di ritardo diventano 4 al 37' con un canestro di Mossi, poi Del Sorbo, limitato questa sera dai falli, infila la bomba del -1 che infiamma il palazzetto (69-70). Piacenza mette sul piatto l'esperienza di Rombaldoni (71-75), un libero di Del Sorbo e un missile terra-aria di Grugnetti danno finalmente la parità a una manciata di secondi dalla fine. A questo punto, però, Mortara pecca in difesa: sul tiro sbagliato dei piacentini, la palla carambola ancora nelle mani avversarie, Rombaldoni subisce fallo, gli arbitri dicono dopo il tiro e dunque, non essendo l'Expo ancora in bonus, si riprende con la rimessa a lato quando il cronometro dice che mancano 5 secondi e 5 decimi. Quante cose possono succedere in un simile lasso di tempo? Tante... Rombaldoni riceve palla, palleggia, scaglia il tiro da 3 che sbatte sul ferro, il rimbalzo è di Piacenza che sbaglia nuovamente, ma sulla sirena Gasparin corregge a canestro. Gli arbitri dicono che il tiro è valido (dalla tribuna anche noi abbiamo avuto la stessa sensazione) e così esplode la gioia dei biancorossi, mentre per l'Expo, che sperava ormai di giocarsi tutto all'overtime, è dura da mandar giù.
Expo Inox Mortara: Del Sorbo 8, Fant, Cavallaro 15, Grugnetti 17, Mossi 19, Manuelli 8, Di Paola, Tardito 8; ne Avanzini, Bossi. All. Zanellati.
Piacenza: Gambolati 10, Rombaldoni 11, Zampolli 11, Bonaiuti 12, Gasparin 18, Italiano 4, Speronell0 2, Garofalo 9; ne Mazzocchi. All. Coppeta.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400