Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Serie C: Robbio passa all'overtime, Virtus un quarto di follia

Esito diverso per le trasferte milanesi di Fluidotecnica e Gambolò. La prima si è imposta ieri sera dopo un supplementare sul campo del Soul Basket (78-81), mentre questo pomeriggio la squadra di Cova è stata battuta dalla Social Osa (83-70).

23 Novembre 2014 - 20:26

Serie C: Robbio passa all'overtime, Virtus un quarto di follia
Andando con ordine, ieri sera Robbio ha praticamente dovuto vincere due volte la sua partita. Il quintetto di Sguazzotti è stato infatti sempre avanti nel punteggio dando la sensazione di avere in mano la gara, senza però riuscire a ucciderla. E così, come spesso accade, nel finale si è rischiato grosso. Avanti di 6 a un giro di lancette dalla sirena, Finazzi sbaglia due liberi, i padroni di casa riducono il divario a 4 punti, palla persa di Robbio e bomba dei milanesi che risalgono a -1, Menarini fallisce altri due tiri dalla lunetta a 26 secondi dal termine, fallo di Davide Sala e Soul Basket che arriva pari trasformando un libero. A 9 secondi dallo scadere Menarini sbaglia in entrata, il rimbalzo è di Sala che però fallisce anche il secondo tentativo ed è supplementare. Qui i milanesi, per la prima volta nel corso del match, arrivano a mettere la testa avanti, poi però una bomba di Sala a 40 secondi dalla fine spezza l'equilibrio, anche perchè il Soul Basket poco dopo sbaglia una rimessa e Werlich può involarsi in contropiede. La gara è ormai segnata e il canestro da metà campo dei padroni di casa serve solo a fissare il punteggio sul -3 finale.
Soul Basket Giambastiani 2, Natoli 12, Almansi 13, A. Seratoni 2, Degradi 9, Caserini, Scanziani 2, Leonardi 13, Pozzi 11, Lacchè 6, Pasquali, Re 8. All. Arrigoni.
Fluidotecnica Robbio Menarini 2, D. Sala 22, Vigliaturo 1, Werlich 7, Finazzi 19, Andreello 1, Campana 12, Petracin 4, Martinetti 4, Susnjar 9; ne Panozzo. All. Sguazzotti.

Un terzo quarto da "incubo" condanna invece la Virtus contro la Social Osa. Le prime due frazioni, infatti, sono state in equilibrio con i lomellini più spesso avanti nel punteggio. Dopo l'intervallo lungo (35-39), però, i ragazzi di Cova tornano in campo un po' troppo distratti, concedendo spazio agli avversari e Grimaldi comincia a bombardare la retina (alla fine farà registrare la bellezza di otto triple). Il parziale è inquietante, 31-11, frutto anche di un eccessivo individualismo dei giocatori gambolesi, molti dei quali cercano di elevarsi a salvatori della patria. Nell'ultimo periodo c'è una reazione della Virtus che si aggiudica la frazione, ma il vantaggio degli avversari è troppo importante per pensare di riaprire realmente i giochi.
Social Osa Ardizzone 13, Colombo 2, Verucchi 1, Rizzo 9, Zaccuri 2, Grimaldi 28, Zappa 7, Mantica 13, Manfederelli, Faggiani, Dal Bianco, Roselli 8. All. Battaini.
Virtus Gambolò Putignano 11, Buzzin 2, M. Sala 2, Colombo 5, Farina 9, Gibertoni, Tupputi 6, Pehar 11, Sabatini 5, Zanelli 17, Ricci 2. All. Cova.

Venerdì prossimo Robbio e Gambolò torneranno in casa: per la Fluidotecnica è in arrivo il suo primo vero scontro diretto d'alta classifica, con Lungavilla, mentre la Virtus riceverà al PalaOlimpia l'Ebro.

@ L'INFORMATORE
Angelo Sciarrino
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400