Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Serie C: sorride Gambolò, piange Robbio

La Fluidotecnica perde nel supplementare lo scontro diretto d'alta classifica con Lungavilla (95-100), mentre la Virtus torna al successo superando l'Ebro (67-57).

29 Novembre 2014 - 00:32

Serie C: sorride Gambolò, piange Robbio
Una sconfitta amara quella di Robbio perchè la squadra di Sguazzotti ha disputato per 3/4 un ottimo match dando la sensazione di avere le mani sulla partita tanto che all'inizio dell'ultimo quarto erano ben 16 i punti di vantaggio. Da quel momento, però, gli oltrepadani, fino a quel punto imprecisi al tiro e con problemi di falli, non hanno sbagliato quasi più nulla e sono tornati sotto approfittando degli errori dei padroni di casa. Nelle ultime battute Robbio fallisce due liberi, ma ha ancora tre punti di vantaggio: a un secondo dalla fine su tiro frontale di Pagliai gli arbitri ravvisano un fallo che consente al giocatore oltrepadano di portarsi in lunetta e di realizzare i tre liberi che portano all'overtime. Nel proseguimento c'è equilibrio, Robbio è avanti di uno a circa 60 secondi dalla fine quando Fasani dall'angolo infila una bomba di tabella che alla fine risulta essere decisiva anche perchè sui falli sistematici dei padroni di casa Lungavilla non sbaglia più nulla.
Fluidotecnica Robbio Menarini 4, D. Sala 21, Werlich 12, Finazzi 20, Andreello 5, Campana 15, Martinetti 3, Susnjar 14; ne Vigliaturo, Panozzo, Petracin. All. Sguazzotti.
Lungavilla Checo Vasquez 5, Zandalasini 22, Fasani 9, Albertario 16, Capeggi 12, Galluccio 1, Piermattei 4, Pagliai 31, Tisato; ne Vercelli. All. Celè.
Dopo due sconfitte esterne, il PalaOlimpia si conferma una fortezza per la Virtus che batte un quotato Ebro senza fare neppure troppa fatica. La gara, infatti, è stata sempre in controllo da parte dei ragazzi di Cova che hanno raggiunto il massimo vantaggio nel secondo quarto sul 32-16. Solo nell'ultimo quarto, sbagliando qualche tiro di troppo e soffrendo l'atteggiamento aggressivo dei milanesi, Gambolò è andato un po' in sofferenza, ma senza rischiare più del dovuto. Su tutti la prestazione del giovane play Colombo, davvero ispirato non solo a livello realizzativo; dietro di lui l'altro giovane Ricci, Farina e Putignano.
Virtus Gambolò Putignano 9, Buzzin, M. Sala 2, Colombo 11, Farina 24, Gibertoni, Tupputi 3, Pehar 4, Zanelli 4, Ricci 10. All. Cova.
Ebro Milano C. Monzani, M. Monzani 2, A. Stenco 7, Galati, Corti, Fontana 15, Maloba 11, Velardo 18, Minorini, Girelli, M. Stenco 2, Peloso 2. All. Tirsi.

@ L'INFORMATORE
Angelo Sciarrino
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400