Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

La ForEnergy è promossa in C Gold

Seconda promozione consecutiva per i ducali di coach Munini

09 Maggio 2015 - 23:23

La ForEnergy è promossa in C Gold

E festa sia. Seconda promozione consecutiva per la Nuova Pallacanestro Vigevano 1955, che grazie alla vittoria di questa sera su Gambolò, in quella che era l'ultima giornata di regular season, ha chiuso prima nel girone e ha quindi ottenuto l'accesso diretto al campionato di C Gold, l'ex serie C1.
Un traguardo senza dubbio meritato per la ForEnergy, che se non avesse avuto nella fase centrale del girone di ritorno problemi importanti a livello di infortuni avrebbe forse chiuso la pratica in anticipo. Resta comunque un primo posto chiaro, limpido e appunto meritato.
Il derby con la Virtus si è tenuto presso il nuovo palasport cittadino e non a Gambolò, uno spostamento che ha consentito una migliore gestione del pubblico giunto per celebrare la vittoria del campionato da parte dei ragazzi di coach Sandro Munini.
La cronaca della partita è inaugurata da un canestro da sotto di Ceper. Dopo 3'13” Vigevano conduce 2-7. La tripla di Barbirato vale un ulteriore allungo, e di fatto il primo parziale scorre con i ducali in gestione: al 10' è 8-18. Il ritmo non è altissimo, dopo 4' una tripla di Putignano vale il 13-20. La Virtus c'è e torna sotto: il 19-20 lo sigla Gibertoni, dalla parte opposta Barbirato fa 2/2 ai liberi. Cattaneo in contropiede segna e subisce fallo (19-25), Farina da tre replica dopo pochi secondi, e ancora lui impone il 24-25 a -2'50". Cattaneo, Bocca e Moretti mantengono avanti i gialloblù (24-32). Al riposo lungo il tabellone luminoso recita 30-40.
L'inizio del terzo periodo è equilibrato (35-44 dopo 4'). Cattaneo da tre allunga per la ForEnergy, Ceper lo segue e indirizza nettamente la gara con un 35-55 che potrebbe essere gestito nei 12' mancanti, ma il gruppo di Gianni Cova non si dà per vinto. L'ultima frazione del campionato dei due team lomellini risulta aperta, Vigevano in due circostanze si porta a +15 ma non chiude, e la Virtus torna a -4 (63-67) prima del definitivo break avversario. Finisce 69-78, per Quaroni e compagni è il momento di fare festa.

@ l'Informatore - e.d.m.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400