Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Vigevano è ancora viva, la finale si deciderà in gara-3

Un PalaBasletta infuocato fa da cornice per la vittoria della squadra di Simone Bianchi. Domenica alle 21 sfida decisiva nel bresciano: chi vince è promosso in B

08 Giugno 2016 - 23:22

Vigevano è ancora viva, la finale si deciderà in gara-3

L'approccio dei ducali è convincente, con Appendini a siglare il 7-2 e Iseo non eccezionale in fase offensiva. Vigevano procede anche di grinta, lo confermano le esultanze degli stessi giocatori dopo ogni canestro. A -3'17" è 14-9, Strotz domina sotto canestro e pone le basi per un buon allungo, con Quaroni a inventarsi la bomba del 21-10. Ma la strada è ancora lunghissima, la Argomm lo conferma con un break di 9-1 (con cinque punti di Lorenzetti) che costringe la panchina di casa a un time-out al 13' sul 22-19. La risposta sul campo sono due triple di capitan Ceper, inframezzate da un paio di rimbalzi difensivi e da un 1/2 ai liberi di Barbirato (29-19 al 15'). Ora la ForEnergy è in controllo, gli ospiti faticano a impostare una qualsiasi forma di gioco e al riposo lungo il tabellone di una Carducci incandescente recita 45-26.
La terza frazione si apre con un sussulto bresciano, un parziale di 7-1 che accorcia il divario prima del canestro di Strotz che vale il 48-33 del 23'. È una fase confusa della partita, Vigevano non brilla ma al tempo stesso Iseo non sfrutta alcuni possessi favorevoli e rimane a distanza di sicurezza. A -3'55" Ceper segna il 50-36, alla terza sirena le distanze rimangono simili (54-41).
Ultimo quarto: apre Crescini da tre, Negri lo imita e mantiene il +13, Lorenzetti e Prestini però tengono in corsa Iseo (57-48). La ForEnergy gestisce male alcuni possessi, la Argomm ringrazia e infila il 59-53 con Crescini. La replica è di Strotz, prima di una nuova bomba, di Acquaviva (61-56). Al 36' tutto è ancora possibile, positivo per Vigevano è che per quasi 2' vi sia più disordine che altro, con un passi fischiato agli ospiti che, a -2'51" sul 62-56, fa ben sperare. Ceper subisce fallo e fa 2/2 dalla lunetta, dalla parte opposta Iseo ci prova dalla distanza ma fallisce. Fallo a Quaroni, altro 2/2 (66-56). Ora è fatta, con il canestro in contropiede di Benevelli a spegnere le residue speranze avversarie. Finisce 72-58, domenica a Iseo ci si giocherà la B.

@ l'Informatore - Emanuel Di Marco

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400