Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Promozione: il Ferrera passa a Garlasco. Il Lomello stende la capolista

Derby deciso dalle reti di Grasso e Tondi. La squadra di Garbagnoli conquista tre punti di valore contro l'Assago

12 Febbraio 2017 - 18:36

Promozione: il Ferrera passa a Garlasco. Il Lomello stende la capolista

Il derby lomellino dice Ferrera: la squadra allenata da Dino Lavenia si impone in quel di Garlasco, trovando tre punti senza dubbio importanti in chiave classifica, con entrambe le formazioni ancora pienamente in corsa per la salvezza diretta. La cronaca della partita ha visto una formazione ospite più cinica, in grado nella ripresa di trovare le due reti che hanno deciso l'incontro. Primo tempo in cui a lasciarsi preferire sono stati i ragazzi di Paolo Maggi: Cò e soci ci hanno provato in più occasioni, con l'estremo difensore erbognino Lisco bravo a mantenere inviolata la propria porta. Nella seconda frazione il risultato si sblocca al 30', con il gol di Grasso. Dieci minuti più tardi Tondi realizza lo 0-2 conclusivo. “Non abbiamo sicuramente giocato male – è il commento del direttore sportivo del Garlasco, Gaetano Muscatelli – ma, molto banalmente, se non si butta dentro alla fine si rischia la sconfitta. Così è stato”. Ovviamente soddisfatto il dirigente del Ferrera Alex Fornasiero: “Meglio loro nel primo tempo, nella ripresa invece abbiamo meritato trovando i due gol”.

Il Lomello compie l’impresa battendo la capolista Assago per 2 a 1. L’undici del Presidente Cotta Ramusino pur privo dello squalificato Ottone, disputa forse la miglior partita stagionale e piega, in bella rimonta quella da tutti definita come la squadra che a maggio salirà in Eccellenza. Mister Garbagnoli schiera come centrali difensivi Sisto e Lagonigro, con Trashani e Quagliato esterni di difesa. A centrocampo agiscono Diurno, un Baratto in gran spolvero e in fascia Consogno e Ragusa, con in avanti la coppia Limone-Migliavacca. La partita è piacevole, l’Assago conferma la sua bella manovra corale, con in avanti la temibile coppia Italia-Trovato. La partita si sblocca al 35’ con un calcio di rigore magari cercato da Italia, ma sul quale Sisto commette comunque fallo. Trasforma con freddezza dagli undici metri lo stesso Italia. Dopo il gol, gli ospiti manifestano una certa superiorità e in quel frangente è bravo il portiere locale Bognetti ad effettuare due belle parate. Ad inizio ripresa doppio cambio dei padroni di casa, escono Migliavacca e Diurno ed al loro posto entrano Vrabie e Portaluppi. I gialli di casa riprendono vigore e al 54’ bel tiro d’esterno di Ragusa, deviato in angolo da un difensore ospite. Dieci minuti bellissima azione corale dei lomellini finalizzata in rete da Limone, ma l’indeciso direttore di gara annulla per una presunta posizione di fuorigioco dello stesso Limone. Al 75’ l’arbitro in un primo momento assegna un secondo rigore ai milanesi per fallo di Ragusa, ma si avvede solo dopo la segnalazione dei giocatori di casa, che il segnalinee ha la barriera alzata da parecchio tempo, per una posizione di fuorigioco e quindi ritorna sui suoi passi, annullando la precedente decisione.

Due minuti dopo il Lomello pareggia, su bel crossa dalla fascia di Consogno, con rete di testa di Baratto. L’Assago prova con fermezza a riportarsi in vantaggio, effettua ben due cambi in contemporanea, ma Bognetti è nuovamente pronto a dire di no ad un’altra conclusione ospite. Al minuto 85’ vengono espulsi Limone e Trovato, con però il giocatore lomellino incolpevole su chiara provocazione del centravanti milanese. Al 89’ su cross dalla fascia sinistra il più lesto di tutti è capitan Sisto che di testa, nell’area piccola infila Burchelli, per il gol dell’insperata vittoria lomellina. Nel recupero viene espulso per doppio giallo anche il milanese Sandor e alla fine, meritatamente, il Lomello vendica la brutta sconfitta dell’andata e così ben si prepara per la delicata sfida di Varzi, in cui sarà privo degli squalificati Limone e Baratto.

 

@ l'Informatore – Maurizio Locatelli/e.d.m.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400