Basket b1

Elachem, secondo tempo perfetto: spazzata via Varese (83-69)

Umberto Zanichelli

17 Febbraio 2019 - 20:25

Elachem, secondo tempo perfetto: spazzata via Varese (83-69)

Patrizio Verri (foto Marmonti) "prima punta" dell'attacco ducale

I ducali sempre più vicini al play-off

Il play-off è sempre più vicino anche se in casa ducale, con più di una punta di scaramanzia, si continua a porre l'accento sulla salvezza già intascata. In ogni caso con una seconda parte di gara di estrema sostanza la Elachem stende Varese (83-69) girando a proprio favore la differenza-canestri nello scontro diretto. I ducali ritrovano Birindelli dopo due mesi di stop; gli ospiti fanno esordire il centro Bruno ma devono fare i conti con gli infortuni, quello di Planezio, il loro giocatore-faro, prima di tutti. Nonostante questo la gara regala due quarti di equilibrio primo dell’affondo gialloblù.

E’ una partita piacevole quella tra Vigevano e Varese con i ducali che escono di box con l’idea di prendere subito la testa del match. Ci riescono (7-0 il parziale iniziale contro la uomo, sfruttando la maggiore stazza fisica) ma gli ospiti prendono la scia della Elachem e impattano a quota 7. Sono Ivanaj e Caruso i principali problemi per Vigevano oltre alla zona match-up che coach Vescovi squaderna molto presto con l’intento di bloccare la fluidità dell’attacco ducale. Ci riesce a metà però perché Verri e Vecerina trovano il nylon dalla linea più lontana e con 1’42” sul cronometro la Elachem è davanti (17-16). Ma sono ancora Caruso e questa volta Passerini ad impedire che i padroni di casa scappino e al primo pit-stop il punteggio è 19-21 Varese.

Si torna è c’è ancora la zona pari che Varese utilizza a piene mani non disdegnando anche di allungarla a tutto campo. Nulla di imprevisto per coach Piazza e infatti i suoi non hanno particolari problemi. Passerini dà il +2 Varese (22-24) con un missile dall’arco ma è Panzini a replicare. La sparatoria da lontano continua (7/14 Vigevano e 5/8 Varese da 3 punti al riposo lungo) e la partita non ha un padrone. Petrosino infila il 30-30 e l’equilibrio è assoluto. E’ una tripla di Vecerina per il 43-21 a 1’47” dalla sosta a dare ossigeno a Vigevano e poi ancora lui trova un altro tracciante che dice 46-42 che è il punteggio con il quale le due squadra vanno in spogliatoio a rifiatare.

Il terzo quarto di Vigevano è dirompente: lo apre Verri con una tripla con i ducali che scappano via costruendo il 22-10 di frazione. Ferri e Vecerina sono i killer che scavano il divario che, con 3’17 sul cronometro, dice 63-45 con Varese in rottura prolungata e incapace di ritrovare la continuità offensiva anche per effetto della straordinaria intensità dei ducali. Coach Vescovi prova a rallentare Vigevano dietro. La zona utilizzata a lungo, non paga: Benzoni infila per il 67-51 che diventa 68-52 all’ultima sosta.

La sensazione chiara è Varese non abbia risorse per chiudere il gap. L’unica arma è allora quella di alzare il più possibile il ritmo per aumentare i possessi. In quel frangente la Elachem, che al contrario potrebbe abbassare i giri del motore per controllare, accetta di giocarla su quel terreno. Panzini fa la voce grossa (73-56 con una tripla) poi Petrosino va a chiudere imbeccato da Ferri. Adesso la Coelsanus spara a salve e per Vigevano tutto è più facile. Il punto esclamativo sul match lo mette Minoli con la tripla dell’82-61 dopo un attacco nel quale la palla circola meravigliosamente. Gli ultimi due giri di lancette sono pura accademia: per prendere il play-off la Elachem deve solo allungare una mano.

Elachem Vigevano: Minoli 5, Panzini 14, Ferri 13, Verri 15, Petrosino 9, Benzoni 9, Vecerina 16, Rossi, Birindelli 2; n.e. De Gregori. All. Piazza.

Coelsanus Varese: Passerini 16, Maruca 6, Mercante 10, Ivanaj 9, Bruno 7, Assui 2, Caruso 13, Rosignoli 6; n.e. Planezio, Dal Ben, Trentini e Calzavara. All. Vescovi.

Parziali: 19-21; 46-42; 68-52.

Tiri liberi: Vigevano 15/20, Varese 21/28.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Tempo libero

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Domenica al teatro Cagnoni

“Papà”, una commedia per le detenute-attrici

“Papà”, una commedia per le detenute-attrici

Al teatro Cagnoni

A Gambolò "La biblioteca ci sta un botto"

A Gambolò "La biblioteca ci sta un botto"

il cortometraggio

A Pavia arrivano i Boomdabash, Tiromancino e Roberto Vecchioni

A Pavia arrivano i Boomdabash, Tiromancino e Roberto Vecchioni

Una estate in musica

Il Monte Calvario a Cassolnovo

Il Monte Calvario a Cassolnovo

L'evento

Gran finale con Marina Massironi e Roberto Citran

Gran finale con Marina Massironi e Roberto Citran

Al teatro Lirico di Magenta

Fraschini: presentata la nuova stagione d'opera

Fraschini: presentata la nuova stagione d'opera

Pavia

A Gambolò va in scena la Passione di Cristo

A Gambolò va in scena la Passione di Cristo

Venerdì sera

I fuochi per Leonardo

I fuochi per Leonardo

Vigevano, si aprono le celebrazioni dedicate al Genio