Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

A LIVORNO

Basket serie B, Elachem beffata sulla sirena: passa la Pielle (67-64)

Serata storta al tiro per i ducali

Umberto Zanichelli

Email:

umberto.zanichelli@ievve.com

27 Marzo 2022 - 20:09

Basket serie B, Elachem beffata sulla sirena: passa la Pielle (67-64)

Alessandro Procacci (foto Marmonti)

La Elachem Vigevano esce sconfitta dalla sfida con la Pielle Livorno beffata all’ultimo tiro dai labronici che ci credono sino alla fine. Sulla gara dei ducali pesa il 9/36 da 3 punti e il 24/62 complessivo dal campo e più in generale una prestazione che si può riassumere nel 77-49 di valutazione finale.

Il primo quarto è segnato da una raffica di errori al tiro. Per oltre un minuto nessuno trova il nylon e solo un tiro di Lenti spezza il digiuno. Giorgi pareggia, ma si capisce che non sarà la partita degli attacchi. E così il canestro di Drocker segna il primo allungo labronico (6-2 con 7’30” da giocare). L’ 8-5 firmato da Gatti con 5’28” sul tabellone resta a lungo bloccato sino alla tripla dell’aggancio a quota 8 di Ferri quando al primo riposo mancano solo 2’23” e al quale si arriva sul 12-11.

Appena meglio, in quando a produttività offensiva, è il secondo periodo (16-14) il parziale, con Rossi che firma il sorpasso (19-22). La Pielle ritorna con Campori e Salvadori ma l’equilibrio non si spezza e al riposo lungo è 28-25. Arriva così il terzo periodo (22-17 il risultato di frazione) nel quale i padroni di casa scappano sul 43-33 firmato da Lenti. Con un punteggio così basso potrebbe essere uno strappo determinante. Invece la Elachem ricuce con una tripla di Procacci 48-42 ma all’ultimo riposo è ancora Pielle dopo che Gatti spaglia la tripla a filo di sirena.

Michele Peroni (foto Marmonti) gioca un pick-and-roll

Ecco allora che tutto è rimandato agli ultimi 10’ minuti nei quali i ducali entrano con una rabbiosa reazione che li porta a divorare il divario. Adesso c’è Peroni a trovare il fondo della retina e Vigevano è nella partita.

Adesso la sfida viaggia sul filo del rasoio. Procacci segna il 64-63 e da bruciare ci sono ancora solo 1’52”. Da ora ogni possesso può valore la vittoria. Gatti fa solo ½ dalla lunetta per il 64 pari ma Procacci soffia palla e si entra negli ultimi 60” in assoluta parità. Mercante mette sul ferro la tripla del possibile sorpasso il risultato resta inchiodato. A 10” dalla fine coach Piazza ferma il gioco per provare a vincerla: Procacci però scheggia l’anello. Sembra profilarsi lo spettro dell’overtime. Invece sulla partita si stende l’ombra di Campori che ciuffa sulla sirena la tripla che consegna ai labronici la vittoria.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400