#Vigevano, il concerto sabato 14 marzo alla cooperativa Portalupi

Ritorna il rock dei Maimale

La grande reunion di una band dalla storia ventennale.

27 Febbraio 2020 - 16:29

Una reunion attesa da tanti, che si concretizzerà con un grande concerto alla cooperativa Portalupi della frazione Sforzesca, a Vigevano. Sarà nella serata del 14 marzo. I Maimale, gruppo storico attivo dal 2002 di stanza tra Palestro e Vercelli, ritorna dopo una pausa lunga più di nove anni e l’ultimo disco, “Plastica nascosta”. Nella nuova formazione ci sono ancora due membri storici, Michele D’Agostino - Dago, per tutti - alla voce e il chitarrista Michele Gaietta. In più Simone Zambelli all’altra chitarra, il bassista Luca Devecchi e Riccardo Bertotti alla batteria. Alle tastiere c’è “Gido”, Giuseppe Guidotti. Il concerto in “coope” sarà il primo del nuovo corso. Al repertorio coi classicissimi, che i fans aspettano, si affiancheranno anche due nuove canzoni. Il loro è un rock alternativo italiano. Basta vedere le influenze: Afterhours, Marlene Kuntz, Verdena. Quello che un ragazzo appassionato di rock ascoltava vent’anni fa. Adesso il sound si è aggiornato. I Maimale sono figli legittimi di quel movimento, forse gli ultimi rimasti. Ai tempi belli si sono esibiti in locali storici come il Rolling Stone di Milano (qui un estratto del concerto) aprendo i Baustelle. Un’onda all’epoca floridissima adesso sembra essersi interrotta. Loro, coraggiosamente, vogliono riportarla alla luce. Gli esempi non mancano. Ascoltando “Orgoglio senza testa” si notano il marchio, il gusto. L’idea. Un chiaroscuro, la sensazione di voler descrivere le difficoltà del giovane di provincia sballottato in una società molto più grande di lui. Voce riconoscibile e incalzante, chitarre dagli echi grunge, riff. Gli anni ‘90 hanno lasciato una miniera d’oro. Decidere (ancora una volta, superati i 40 anni) di recuperare tutto e proporlo ai “giovani d’oggi” vuol dire essere coraggiosi.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Davide Maniaci

Davide Maniaci

Nato nel 1988 e cresciuto a Vigevano. Tantissime le cose che mi interessano, davvero poche quelle che mi piacciono davvero. I viaggi, mangiare e bere bene, le storie. Scrivo per l'Informatore dal 2016, con una predilezione per qualsiasi argomento che non sia lo sport locale. Per questo mi occupo, a rotazione, di tutti gli altri settori. Essendo interista sono abituato alle sconfitte. Prima di diventare giornalista sono arrivate due lauree in storia, un corso di cucina (ma non preparo dolci), qualche canzone tuttora inedita, valanghe di gol nei campetti da calcio finché ero magro, moltissima curiosità verso i dettagli e verso tutte le altre persone che credono in un’idea

Pavia, la S. Messa dalla Cattedrale e la benedizione da Piazza Vittoria

Pavia, la S. Messa dalla Cattedrale e la benedizione da Piazza Vittoria

oggi domenica 29 marzo

Coronavirus: quali effetti sul commercio?

Coronavirus: quali effetti sul commercio?

ascom pavia

Pavia-Hildesheim, 20 anni di gemellaggio

Pavia-Hildesheim, 20 anni di gemellaggio

pavia

Davide Ferro: "Un messaggio di positività"

Davide Ferro: "Un messaggio di positività"

L'intervista video

Contrasto alla ludopatia, assistenza anche in emergenza coronavirus

Contrasto alla ludopatia, assistenza anche in emergenza coronavirus

La logisitca CRI per la Lombardia, gestita a Valle Lomellina

La logisitca CRI per la Lombardia, gestita a Valle Lomellina

sala operativa regionale

“Giovani, state a casa”, l’appello dell’assessore Cantoni

“Giovani, state a casa”, l’appello dell’assessore Cantoni

pavia

Uscite ingiustificate: nuovo appello del Comune di Pavia

Uscite ingiustificate: nuovo appello del Comune di Pavia

Dentisti: come comportarsi in questo periodo?

Dentisti: come comportarsi in questo periodo?

il consiglio