calcio - prima categoria

Mortara, un altro harakiri

Alagna sconfitto a Valera Fratta, Gambolò in casa dal Rozzano

Angelo Sciarrino

03 Novembre 2019 - 18:51

calcio prima categoria

Al Mortara non è bastata la doppietta di Vrabie per vincere

Da un mesetto circa sta girando male all'Alagna che pure aveva iniziato la stagione alla grande con cinque vittorie di fila. Nell'ultimo periodo, invece, solo due pareggi e altrettante sconfitte, l'ultima rimediata questo pomeriggio a Valera Fratta. Anche l'andamento del match testimonia di un momento poco fortunato. I lodigiani passano in vantaggio attorno al 20' con un gol di Licata viziato da un sospetto fuorigioco. I lomellini pareggiano poco dopo con Ndoja e sul punteggio di 1-1 le squadre vanno al riposo. Al quarto d'ora della ripresa la deviazione di un difensore del Valera Fratta su centro di Bossi consente all'Alagna di portarsi momentaneamente avanti, ma poco dopo Luppi in mischia fa 2-2. A una ventina di minuti dalla fine viene espulso Bossi e sul conseguente calcio di punizione, battuto nei pressi della bandierina, i padroni di casa vanno direttamente in gol. Furiosa reazione dell'Alagna che colpisce un palo e crea diverse occasioni, ma la palla non ne vuole sapere di entrare e i lomellini chiudono addirittura in nove per il rosso a Casula.


Di male in peggio il Mortara che rimanda ancora l'appuntamento con la prima vittoria, fermato sul 3-3 casalingo dal Frigirola. A questo punto la panchina di Garbagnoli, secondo molti all'ultimo appello, sembrerebbe davvero segnata. Alla prima azione pavesi in vantaggio con il centravanti che si infila tra Detelle e Rubini; il Mortara riesce a rimediare alla mezz'ora con un colpo di testa di Procopio da calcio d'angolo. Nella ripresa ospiti di nuovo avanti: su cross Maimone sbaglia l'uscita e Rubini infila nella sua porta. L'ingresso di Vrabie scuote il Mortara: l'attaccante si procura e trasforma il rigore del 2-2 e un minuto più tardi concretizza il sorpasso. Il Mortara viene a trovarsi anche in superiorità numerica, ma nel finale fa harakiri subendo il gol del 3-3 su calcio d'angolo. Nell'assalto finale viene annullato un gol a Vrabie per un fuorigioco apparso inesistente, poi lo stesso costringe il portiere alla respinta di pugno su calcio di punizione e alla fine è l'ennesima beffa.


Non gira bene neanche al Gambolò, sconfitto in casa dal Rozzano (0-2) e ormai in piena zona play-out. Gli ospiti partono forte e nella prima mezz'ora meritano il doppio vantaggio. L'undici di Maggi prova a reagire, crea parecchio, ma non riesce mai a inquadrare la porta. Emblematica nel finale la clamorosa traversa colpita di testa da El Khaddar sugli sviluppi di un calcio di punizione.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Pavia, manutenzione del verde: le criticità

Pavia, manutenzione del verde: le criticità

il sopralluogo

Conferita la Gran Croce ad Angelo Grassi

Conferita la Gran Croce ad Angelo Grassi

oggi a mede

Eleonora Braghieri, passione cosplayer

Eleonora Braghieri, passione cosplayer

pavia

Mede, festa in piazza per i diciottenni

Mede, festa in piazza per i diciottenni

ieri

Oasi di Sant'Alessio, la riapertura

Oasi di Sant'Alessio, la riapertura

natura

Anticorruzione e buon andamento della pubblica amministrazione

Anticorruzione e buon andamento della pubblica amministrazione

pavia

Marisa Mulazzi, miss mamma 2018, è ancora in gara

Marisa Mulazzi, miss mamma 2018, è ancora in gara

voghera

Trenini turistici, si torna a bordo

Trenini turistici, si torna a bordo

pavia

Teatro Fraschini, via ai restauri

Teatro Fraschini, via ai restauri

pavia