Agivano seguendo il modello delle bande dei latinos

Abbiategrasso: in manette la baby gang che si era impadronita della città

All'alba sono scattate le manette per 9 minorenni. Ma le indagini non sono ancora concluse

Mario Pacali

05 Marzo 2019 - 14:58

arresti abbiategrasso

Da sinistra il tenente Pasquale Macrì e il comandante di stazione Massimiliano Stefanelli della Compagnia carabinieri di Abbiategrasso

Violenze spesso gratuite, oppure messe a segno per impadronirsi di un cappellino, qualche euro, il cellulare, un paio di occhiali: la baby gang sgominata all’alba dai Carabinieri della Compagnia di Abbiategrasso agiva seguendo il modello della bande dei latinos.

All’alba al Beccaria di Milano sono stati portati 5 giovanissimi, altri 3 sono in una struttura nel Pavese, uno nel Bresciano. Ragazzi di età compresa tra i 15 e i 18 anni (qualcuno sta diventando maggiorenne), ma mancano ancora all’appello almeno due soggetti più grandi sui quali indaga la procura che ritiene posano essere i capi. Almeno una dozzina gli episodi segnalati, tra piccoli furti, estorsioni, ma anche botte: pugni in pieno volto a chi reagiva, insulti, come quelli rivolti all’insegnate riconosciuto in un oratorio. Perché la baby gang abbiatense in città andava a scuola e frequentava gli oratori. Senza nessun problema colpiva in pieno centro, nei pressi della stazione, nei parchi. Un episodio di furto di cellulare e botte si è verificato anche al Mc Donald's dove a farne le spese è stata una giovane coppia, letteralmente tirata giù dall’auto. Il motivo? Lui aveva suonato il clacson. Ma a volte il motivo nemmeno c’era: bastava la vogli di sfida, il bisogno di sentirsi bulli. Tutti italiani, gli arrestati, e tutti appartenenti a famiglie senza problemi specifici. In un’abitazione sono stati trovati 80 grammi di marijuana e una pistola a gas. Niente di più. Perché l’obiettivo in questi casi non è il bottino, ma la violenza, la prevaricazione del branco.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Pavia: ristoratore obbligato a rimuovere i tavoli per un errore nel permesso

Pavia: ristoratore obbligato a rimuovere i tavoli per un errore nel permesso

Rassegna stampa Informatore Vigevanese

Rassegna stampa Informatore Vigevanese

EDIZIONE 4 GIUGNO

Il microfono resta acceso... il traduttore insulta in diretta l'europarlamentare Angelo Ciocca

Il microfono resta acceso... il traduttore insulta in diretta l'europarlamentare Angelo Ciocca

E' accaduto oggi durante una video-conferenza

A Pavia invece restano chiusi parchi e aree giochi

A Pavia invece restano chiusi parchi e aree giochi

Nel video le parole del sindaco del capoluogo, Fabrizio Fracassi

Vigevano, riaperto il Parco Parri

Vigevano, riaperto il Parco Parri

Da venerdì della scorsa settimana

Sannazzaro, la festa del 2 Giugno

Sannazzaro, la festa del 2 Giugno

Ieri la consegna di una copia della Costituzione a due diciottenni

Basta con questo governo: flash mob del centro destra a Pavia

Basta con questo governo: flash mob del centro destra a Pavia

La manifestazione di ieri pomeriggio

Pavia-Hildesheim, 20 anni di gemellaggio

Pavia-Hildesheim, 20 anni di gemellaggio

pavia

Davide Ferro: "Un messaggio di positività"

Davide Ferro: "Un messaggio di positività"

L'intervista video