Domenica mattina

Vigevano: ciclista ferita sulla provinciale 494

La caduta e l’urto contro un suv

Ilaria Dainesi

10 Marzo 2019 - 11:19

Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia locale

È ancora da ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente che questa mattina (domenica), intorno alle 9,40, ha coinvolto una ciclista di 26 anni che stava percorrendo la circonvallazione esterna. Il sinistro è avvenuto all’altezza del supermercato Esselunga. Tra le ipotesi, non si esclude che la giovane sia caduta autonomamente, ma le cause all’origine del sinistro devono ancora essere accertate dagli agenti della polizia locale di Vigevano, intervenute per i rilievi di legge. Nell’incidente è rimasto coinvolto anche un suv Ford Kuga. La ciclista è stata soccorsa da un’automedica del 118 e da un'ambulanza della Croce Rossa, che l'ha trasportata al pronto soccorso dell’ospedale civile in codice verde.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Tempo libero

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Domenica al teatro Cagnoni

“Papà”, una commedia per le detenute-attrici

“Papà”, una commedia per le detenute-attrici

Al teatro Cagnoni

Riprendono le "Altre VisionI" al Movieplanet

Riprendono le "Altre VisionI" al Movieplanet

la rassegna

Vigevano Jazz: concerti gratuiti e grandi nomi

Gli organizzatori durante la conferenza stampa

Vigevano Jazz: concerti gratuiti e grandi nomi

dal 30 aprile

Dark Tales

Dark Tales

Dark Tales in concerto, il ritorno della new wave

Il gruppo post punk stasera, sabato, al circolo Pick Week

Jazz Festival Città di Mortara

Jazz Festival Città di Mortara

sesta edizione

Apre Falzone nel segno di Duke Ellington

Giovanni Falzone

Apre Falzone nel segno di Duke Ellington

Bià Jazz festival

Pop Art e dintorni nella Milano degli anni '60/'70

Il grande prestigiatore (Le avventure di Nessuno) del 1967 di Sarri

Pop Art e dintorni nella Milano degli anni '60/'70

milano pop

“Benedetta”: quando il teatro è vita

Margherita Cau e Federica Ciminiello

“Benedetta”: quando il teatro è vita

Al Cagnoni