Da trent'anni visitava anche a domicilio. L'indagine dei Carabinieri di Robbio

"Un ottimo medico”, ma non si è mai laureato: denunciato un 63enne di Mortara

Si spacciava per immunologo e faceva pure visite ginecologiche. Per tutti i suoi "pazienti” era un ottimo dottore

Mario Pacali

24 Aprile 2019 - 08:55

"Un ottimo medico”,  ma non si è mai laureato: denunciato un 63enne di Mortara

Si era diplomato al liceo classico, ma il suo sogno di fare il medico si era fermato lì. E nonostante sulla carta d'indentità ci fosse scritto "ricercatore”, non aveva frequentato un solo minuto in Università. In compenso, per oltre trent'anni, ha svolto - abusivamente - la professione di medico. Con successo, tanto che i suoi numerosi pazienti lo consideravano un ottimo professionista. Ora però sono arrivati i Carabinieri di Robbio a mettere fine alla sua carriera medica. Lui, un 63enne di Mortara, disoccupato, è finito nei guai.

I Carabinieri della Stazione di Robbio , hanno deferito in stato di libertà per i reati di usurpazione di funzioni pubbliche, esercizio abusivo di una professione e sostituzione di persona, un disoccupato 63enne di Mortara (PV), incensurato. Al termine di una approfondita ed estesa attività indagine intrapresa a seguito di una denuncia presentata da una donna di Sant’Angelo Lomellina, i Carabinieri hanno accertato che l’uomo, fingendosi medico immunologo abilitato a svolgere la professione medica presso l’Ospedale “Mauriziano” di Torino e presso l’Ospedale “Il Mondino” di Pavia, era in realtà un individuo disoccupato, privo di qualsiasi titolo o abilitazione sanitaria e sconosciuto all’Ordine dei Medici. In particolare è emerso che lo stesso, considerato in famiglia ed in pubblico un “ottimo medico”, approfittando della buona fede dei pazienti raggirati, praticava da oltre trent’anni visite a domicilio, anche di tipo ginecologico, fornendo consulti medici e prescrivendo diete, visite ed analisi specifiche, facendo spesso denudare completamente i pazienti con la scusa di rilevare le misure antropometriche. In un’occasione, il sedicente medico si era addirittura, spacciato per medico dell’Aeronautica Militare appartenente ai servizi segreti, nel tentativo di ammaliare una paziente sposata. Per essere ancor più aderente al suo personaggio, sulla carta d’identità, alla voce “professione”, l’uomo aveva dichiarato di essere un ricercatore, ma questa volta sono stati i Carabinieri a trovare la cura.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Tempo libero

"Vigevano Photo Friends", quarta edizione

"Vigevano Photo Friends", quarta edizione

mostra collettiva

"Bacco al Portone" con il gruppo "Zefiro Ensemble"

"Bacco al Portone" con il gruppo Zefiro Ensemble

A Vigevano

A Vigevano il "Rolling Truck Street Food Festival"

A Vigevano il "Rolling Truck Street Food Festival"

ieri l'inaugurazione

Brughiera in festa: il grande spettacolo pirotecnico

Brughiera in festa: il grande spettacolo pirotecnico

sabato sera

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Domenica al teatro Cagnoni

“Papà”, una commedia per le detenute-attrici

“Papà”, una commedia per le detenute-attrici

Al teatro Cagnoni

Successo per "La Traviata"

Successo per "La Traviata"

Ieri sera in castello

"Vigevano Photo Friends", quarta edizione

"Vigevano Photo Friends", quarta edizione

mostra collettiva

A Vigevano Fiorella Mannoia con il “Personale Tour”

A Vigevano Fiorella Mannoia con il “Personale Tour”

Il concerto