La tragedia a Vigevano

Colpita più volte con un coltello da cucina

Mercoledì sera Erika Cavalli, agente immobiliare di 37 anni, è stata uccisa dal compagno, Luca Adamo, che si è poi sparato

Ilaria Dainesi

02 Maggio 2019 - 15:30

Foto di Jose Lattari

La ricostruzione dell’accaduto

All’arrivo della volante del Commissariato, intorno alle 22,45 di mercoledì, gli agenti si sono trovati davanti al corpo della donna, colpito in più punti con un coltello. Più di una decina le coltellate inflitte, al torace e anche alla schiena. La vittima – Erika Cavalli, agente immobiliare di 37 anni (nella foto, l'immagine del suo profilo Facebook) – era accasciata di fronte al cancello della bifamiliare di via Ivrea, alla periferia di Vigevano. Il corpo era coricato vicino all'ingresso del civico 18, dove abitano anche i genitori della donna, in un appartamento al primo piano. Nel garage è poi stato trovato il cadavere del compagno della donna: Luca Adamo, 55 anni appuntato scelto con qualifica speciale della Guardia di Finanza, in servizio alla caserma di Corsico (Mi). Si è ucciso sparandosi con colpo di pistola sotto il mento.

Ad assistere alla tragedia la figlia della coppia di 11 anni, che frequenta la prima media. È stata la minore a dare l’allarme telefonando a dei parenti; all’arrivo dei soccorsi era sotto shock, in forte stato di turbamento. La sua testimonianza sarà ascoltata nelle prossime ore dagli inquirenti; sono già stati allertati i servizi sociali e il Tribunale dei Minori, che dovranno stabilire a chi affidare la piccola, se a dei parenti o a degli amici di famiglia.

L’ipotesi è di un omicidio-suicidio. L’arma utilizzata per il femminicidio è un coltello da cucina. Le indagini dovranno stabilire l’esatta dinamica dell’accaduto e il movente dell’omicidio; ulteriori elementi potrebbero arrivare dall’esito degli esami autoptici e dalle telecamere della videosorveglianza installate all'esterno della villa, che potrebbero aver catturato immagini utili per ricostruire l'accaduto. Pare che la coppia fosse in crisi, e che la 37enne fosse tornata a vivere a Cassolnovo. La donna alcune settimane fa si sarebbe anche rivolta alle forze dell'ordine, chiedendo un consiglio sulla sua situazione familiare, ma non avrebbe presentato querela nei confronti del compagno,  descritto anzi come un buon padre e una persona affidabile. L'uomo, però, pare non si fosse rassegnato alla fine improvvisa della relazione. La coppia, che prima abitava a Cassolnovo, si era trasferita nella casa di via Ivrea da circa un anno. Alcune settimana fa la 37enne avrebbe deciso di andarsene; la figlia era rimasta a vivere nella casa con il padre. La donna ieri sera avrebbe riaccompagnato la figlia in via Ivrea dopo una giornata trascorsa insieme.

Nel video, le testimonianze di vicini e conoscenti

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Tempo libero

Odeon, la nuova stagione d’autore è alle porte

Odeon, la nuova stagione d’autore è alle porte

film d'autore al cinema

Esci dal guscio: fai teatro

Esci dal guscio: fai teatro

Abbiategrasso e Magenta

Ai Piccolini la 34esima edizione della sagra del raviolo casalingo

Ai Piccolini la 34esima edizione della sagra del raviolo casalingo

vigevano

Festa di San Bernardo: il falò per Berlic

Festa di San Bernardo: il falò per Berlic

La tradizione

"Vigevano Photo Friends", quarta edizione

"Vigevano Photo Friends", quarta edizione

mostra collettiva

"Bacco al Portone" con il gruppo "Zefiro Ensemble"

"Bacco al Portone" con il gruppo Zefiro Ensemble

A Vigevano

A Vigevano il "Rolling Truck Street Food Festival"

A Vigevano il "Rolling Truck Street Food Festival"

ieri l'inaugurazione

Brughiera in festa: il grande spettacolo pirotecnico

Brughiera in festa: il grande spettacolo pirotecnico

sabato sera

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Domenica al teatro Cagnoni