L’episodio ieri a Gropello Cairoli

Violenza sessuale su una 62enne: arrestato un richiedente asilo

Il 23enne nigeriano l'ha baciata con violenza e poi ha iniziato a palpeggiarla, strappandole i vestiti

Ilaria Dainesi

12 Maggio 2019 - 09:55

I carabinieri davanti alla struttura di accoglienza che ospitava il nigeriano

Era ospite di una struttura di accoglienza in paese

Il grave episodio è avvenuto ieri mattina (sabato) a Gropello Cairoli, la vittima è una donna di 62 anni del posto. La signora stava tornando a casa a piedi, percorrendo via Roma, quando è stata avvicinata da un 23enne nigeriano, che ha prima tentato un approccio amichevole. Poi, dopo aver insistito nonostante le rimostranze della vittima, ha pronunciato nei suoi confronti pesanti battute a sfondo sessuale. Quando si è trovato da solo con lei in una viuzza laterale, l'ha aggredita: l’ha prima baciata violentemente sulla bocca e poi ha iniziato a palpeggiarla, strappandole per la foga una porzione della felpa e l’elastico dei pantaloni che la donna indossava, con la verosimile intenzione di proseguire, abusandone sessualmente. Benché spaventata, e non senza difficoltà, la 62enne è riuscita a fuggire, rifugiandosi nell’abitazione di una conoscente. Immediatamente sono stati chiamati i carabinieri. Nonostante la donna fosse sotto shock, i militari dell’Arma sono riusciti a riportarla alla calma, facendosi raccontare cosa fosse successo e raccogliendo elementi utili per individuare il responsabile. Le ricerche sono state serrate: Ijeoma Blessing – cittadino nigeriano richiedente asilo di 23 anni, sbarcato a Cosenza nel 2017, ospite di una struttura di accoglienza nel paese lomelllino dal luglio di quell'anno – è stato rintracciato con ancora indosso i vestiti descritti dalla vittima. È stato portato in caserma e, dopo gli atti di rito, sottoposto alla misura restrittiva del fermo di polizia giudiziaria, con successivo trasferimento presso il carcere di Pavia, dove rimarrà a disposizione dell'autorità giudiziaria. Sul suo conto i carabinieri del maggiore Emanuele Barbieri hanno raccolto gravi e inconfutabili indizi di colpevolezza, ritenendolo responsabile di un episodio di violenza sessuale. La donna, visitata presso l’ospedale di Pavia, ha riportato una prognosi di 10 giorni per un "labbro inferiore leggermente tumefatto e graffi livello polsi bilateralmente".

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Tempo libero

"Vigevano Photo Friends", quarta edizione

"Vigevano Photo Friends", quarta edizione

mostra collettiva

"Bacco al Portone" con il gruppo "Zefiro Ensemble"

"Bacco al Portone" con il gruppo Zefiro Ensemble

A Vigevano

A Vigevano il "Rolling Truck Street Food Festival"

A Vigevano il "Rolling Truck Street Food Festival"

ieri l'inaugurazione

Brughiera in festa: il grande spettacolo pirotecnico

Brughiera in festa: il grande spettacolo pirotecnico

sabato sera

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Domenica al teatro Cagnoni

“Papà”, una commedia per le detenute-attrici

“Papà”, una commedia per le detenute-attrici

Al teatro Cagnoni

Vigevano, oggi la tradizionale gara dei barcè

Vigevano, oggi la tradizionale gara dei barcè

Domenica pomeriggio

Un black and soul intramontabile in compagnia di Fausto Leali e della sua band

Un black and soul intramontabile in compagnia di Fausto Leali e della sua band

L'intervista

La corsa più colorata del mondo

La corsa più colorata del mondo

a Gambolò