COVID-19

Coronavirus, i sindacati: «Rafforzare le misure per le carceri»

Si chiede l'adozione in tutta Italia di colloqui a distanza via Skype tra detenuti e familiari

Ilaria Dainesi

06 Marzo 2020 - 12:11

Coronavirus, i sindacati: «Rafforzare le misure per le carceri»

Rafforzare ed estendere le misure di sicurezza nelle carceri in tutta Italia per impedire il contadio da coronavirus, con colloqui a distanza via Skype. Lo chiedono i sindacati al premier Conte: «La situazione emergenziale degli istituti penitenziari del Paese risale a ben prima del manifestarsi del nuovo coronavirus, perdurando da molti anni, e si caratterizza principalmente per sovrappopolamento delle strutture, inadeguata manutenzione e, non di rado, fatiscenza degli edifici, condizioni di pulizia, igiene e, in generale, salubrità insufficienti, promiscuità, etc – afferma Gennarino De Fazio, per la UILPA Polizia Penitenziaria nazionale –  A ciò si sommano le ristrettezze economiche e le insufficienze organiche degli operatori, del Corpo di polizia penitenziaria e non solo, e le gravi carenze organizzative e gestionali che possono rinvenirsi, in misura più o meno accentuata, in ogni sede. Tutte contingenze queste, senza peraltro l’illusione di poter essere esaustivi, che certamente non aiutano – a voler essere eufemistici – il contenimento dei rischi di contagio nelle carceri, specie se si considera l’elevatissimo numero di figure che, a vario titolo e diversamente da ciò che si ritiene nell’immaginario collettivo, quotidianamente vi accedono e vi transitano. Per questo stamani abbiamo indirizzato una nota al Presidente del Consiglio Conte chiedendo il rafforzamento delle misure di prevenzione già adottate e, in particolare, che – in analogia con quanto disposto per le scuole – si prescrivano i colloqui a distanza (a mezzo Skype) fra detenuti e familiari in tutte le carceri del Paese. Ciò, peraltro, se attuato consentirebbe anche ai numerosi detenuti, e ai loro congiunti, delle regioni diverse da quelle in cui insistono i focolai del virus e che stanno autonomamente e per senso di responsabilità rinunciando ai colloqui di poter mantenere i rapporti con le rispettive famiglie».

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Scuole di danza e palestre: a breve la riapertura

Scuole di danza e palestre: a breve la riapertura

pavia

Blue Rose Donna, l'associazione che tutela le donne vittime di violenza

Blue Rose Donna, l'associazione che tutela le donne vittime di violenza

san martino siccomario

Un corso di meditazione per gli studenti di Medicina

Un corso di meditazione per gli studenti di Medicina

pavia

Corso di laurea in Odontoiatria: l’importanza della pratica in presenza

Corso di laurea in Odontoiatria: l’importanza della pratica in presenza

pavia

Incidente stradale a Cassolnovo: le immagini dei soccorsi

Incidente stradale a Cassolnovo: le immagini dei soccorsi

Il video

Il CAV Pavia lancia un importante appello

Il CAV Pavia lancia un importante appello

Pavia

Sabato sera, la situazione in centro storico a Vigevano

Sabato sera, la situazione in centro storico a Vigevano

Zona gialla

Il regista Giuseppe Di Giorgio annuncia due progetti imminenti

Il regista Giuseppe Di Giorgio annuncia due progetti imminenti

Pavia

Covid, neo laureata subito in campo

Covid, neo laureata subito in campo

Pavia