Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

VIGEVANO

Detenuto aggredisce agente con un pugno, i sindacati: «Recidivo, andava allontanato»

È accaduto lunedì pomeriggio.

Ilaria Dainesi

Email:

ilaria.dainesi@ievve.com

13 Gennaio 2022 - 10:32

Detenuto aggredisce agente con un pugno, i sindacati: «Recidivo, andava allontanato»

Un pugno in pieno volto contro un agente della polizia penitenziaria. Un gesto compiuto senza una precisa ragione. Il detenuto, di origini sudamericane e già protagonista in passato di episodi simili, ha sferrato il colpo attraverso il cancello della cella, mentre erano in corso delle normali operazioni di servizio. È accaduto lunedì pomeriggio all’interno della casa di reclusione di Vigevano. La Uspp (Unione sindacati polizia penitenziaria) parla di «un episodio che si aggiunge agli altri, troppi, registrati a Vigevano», fa sapere il segretario di Vigevano Pierpaolo Minetola. L’agente della polizia penitenziaria è stato immediatamente soccorso dai colleghi e accompagnato al pronto soccorso; i medici gli hanno diagnosticato un trauma cranico, con una prognosi di dieci giorni.

«Non si contano più – afferma il segretario regionale dell’Uspp Gian Luigi Madoniale aggressioni e gli eventi critici che si verificano a Vigevano. Certo è che se gli episodi di aggressione e di violenza in genere si concentrano sempre negli stessi istituti, evidentemente c’è qualcosa che non funziona. (...) Sembra fin troppo ovvio, almeno per noi, affermare come un soggetto responsabile di diversi episodi nella stessa struttura debba essere allontanato. Qualsiasi sia la causa del proliferare di aggressioni all’interno delle carceri, la cosa certa è che tutti stanno facendo da spettatori: amministrazione, Ministero e politici in generale. Al di là delle chiacchiere, utili solo a riempire i copioni delle cerimonie ufficiali, nessuno ha mai fatto nulla per attenuare gli atti violenti in carcere – conclude Madonia – troppo spesso ai danni di uomini e donne dello Stato che garantiscono sicurezza e legalità all’interno delle strutture».

Vigevano, nuova aggressione in carcere

Dopo i due episodi di ieri; coinvolti 3 agenti della polizia penitenziaria.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ULANBATOR

    15 Gennaio 2022 - 21:59

    Un cosa è certa. Se il detenuto sudamericano mai andrà davantia un giudice per il pugno sferrato,troverà tutte le attenuanti possibili per evitargli una nuova condanna e se mai a propria difesa inventasse anche la balla piu' colossale sul comportamento dell'agente troverà un giudice pronto a credergli. Lo so che sono tutte illazioni senza alcun supporto di fatti accaduti, ma la storia così dice

    Report

    Rispondi

  • ULANBATOR

    15 Gennaio 2022 - 21:59

    Un cosa è certa. Se il detenuto sudamericano mai andrà davantia un giudice per il pugno sferrato,troverà tutte le attenuanti possibili per evitargli una nuova condanna e se mai a propria difesa inventasse anche la balla piu' colossale sul comportamento dell'agente troverà un giudice pronto a credergli. Lo so che sono tutte illazioni senza alcun supporto di fatti accaduti, ma la storia così dice

    Report

    Rispondi