Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

bollettino 24 gennaio

In Lombardia 8844 nuovi casi, diminuisce la pressione sui ricoveri ospedalieri

La vicepresidente regionale Moratti: «Stabilizzazione della curva pandemica».

Ilaria Dainesi

Email:

ilaria.dainesi@ievve.com

24 Gennaio 2022 - 17:53

Covid

Test a Cilavegna organizzati per gli studenti del plesso del paese (foto di Jose Lattari)

Sono 8844, a fronte di 70842 tamponi processati, i nuovi casi di Covid rilevati in Lombardia nell'ultimo giorno, di cui 489 in provincia di Pavia. Il tasso di positività è al 12,4%. Diminuisce di due unità il numero dei ricoverati in terapia intensiva, dove attulamente i sono 265 pazienti (-2), mentre sono 3416 negli altri reparti (+20). I decessi per Covid in Regione sono stati 87 nell'ultimo giorno, 36414 dall'inizio dalla pandemia.

Diminuisce la pressione sui ricoveri ospedalieri, sia nei reparti di terapia intensiva sia in quelli ordinari, come emerge dall'analisi effettuata dalla Direzione Generale Welfare della regione Lombardia. «Questa situazione - afferma la vicepresidente regionale e assessore al Welfare Letizia Moratti - da un lato mette in luce la stabilizzazione della curva pandemica e dall'altro conferma l'efficacia organizzativa messa in campo dalla sanità lombarda anche attraverso il trasferimento di pazienti meno gravi in strutture intermedie riservate a sub acuti e post acuti, in modo da alleggerire la pressione sui ricoveri ospedalieri in area medica e terapie intensive. Il rallentamento della curva epidemiologica, accelerata nelle scorse settimane dalla variante Omicron è anche frutto della massiccia campagna vaccinale che vede la Lombardia somministrare vaccini costantemente al di sopra dei target assegnati dalla struttura commissariale. La Lombardia ha superato il 90% delle adesioni tra la popolazione vaccinabile over 5 anni, che salgono al 97% se si considerano solo gli anziani over 60, e al 94% se invece si considerano gli over 12 escludendo i bambini 5/11 anni».
 

Tabella sull'andamento epidemiologico Covid al 24 gennaio 2022

«Ogni indicatore – spiegano dalla Regione – registra una fase diversa dell'ondata epidemica: il primo indicatore è il numero di chiamate per eventi infettivi ad AREU, il secondo indicatore registra il numero di tamponi positivi sulla popolazione (Incidenza), il terzo il numero di ricoverati in ospedale, il quarto i ricoverati in terapia intensiva.
In maniera coerente tra loro, gli indicatori evidenziano come l'ondata pandemica sia in fase di esaurimento in quanto sia gli indicatori più precoci (che registrano le prime fasi della malattia) sia quelli più tardivi (l'evento ricovero) sono in fase calante.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400