Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

bollettino 25 gennaio

Fontana: «Il virus rallenta, ora serve superare il sistema dei colori». In Lombardia 28372 nuovi casi e 70 morti

Diminuiscono i ricoveri sia nei reparti ordinari sia in terapia intensiva

Ilaria Dainesi

Email:

ilaria.dainesi@ievve.com

25 Gennaio 2022 - 18:03

Fontana: «Il virus rallenta, serve superare il sistema dei colori». Oggi xxx nuovi casi e xxx morti

L'hub vaccinale del Ducale, a Vigevano (foto di Jose Lattari)

Sono 28372 i nuovi casi registrati in Lombardia, a fronte di 253197 tamponi processati; il tasso di positività è all'11,2%. In provincia di Pavia i nuovi positivi segnalati sono 1701. Diminuisce il numero dei pazienti ricoverati: nelle terapie intensive sono attualmente 264 (-1), nei reparti ordinari sono 3411 (-5). I decessi per coronavirus in Regione sono stati 70 nell'ultimo giorno, 36684 dall'inizio della pandemia.

FONTANA: ORA SUPERARE IL SISTEMA DEI COLORI

«Con i colleghi presidenti di Regione siamo d’accordo, il virus del Covid rallenta». A parlare è il presidente della Lombardia Attilio Fontana, che segnala una situazione epidemiologica «in netto miglioramento in tutto il Paese». «Occorre impostare una nuova strategia – continua il governatore lombardo, al termine dell’incontro con tutti i presidenti di Regione che si è svolto a Roma – che consenta ai nostri territori di riprendere a far correre l’economia e ai cittadini di tornare a vivere con più serenità. La nostra proposta sarà quella di superare il sistema dei colori concentrare il tracciamento solo sui soggetti sintomatici, calcolare i ricoveri Covid escludendo i pazienti positivi in ospedale per altre patologie. Proposta che come Lombardia avevo già avanzato la scorsa settimana».

PANDEMIA E SCUOLE

Sulla scuola, in presidente Fontana afferma: «Sono sempre più numerose le segnalazioni di famiglie bloccate in casa dal caos di regole complicate, spesso attuate diversamente da dirigenti scolastici che faticano a raccapezzarsi. Serve una semplificazione e soprattutto una continuità didattica per i ragazzi, per gli insegnanti e per le famiglie. Crediamo che la strategia più appropriata sia focalizzare l’attenzione sugli studenti positivi al virus del Covid, che per fortuna rallenta, e quindi i sintomatici. Questo soprattutto alla luce della protezione data dai vaccini».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400