Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

nei sobborghi di Kiev

Ucraina: il videoreporter statunitense Brent Renaud morto in un conflitto a Irpin

Stava filmando i profughi in fuga

Ilaria Dainesi

Email:

ilaria.dainesi@ievve.com

13 Marzo 2022 - 15:20

Ucraina: il videoreporter statunitense Brent Renaud morto in un conflitto a Irpin

Il videogiornalista statunitense Brent Renaud, 51 anni, è stato ucciso a Irpin, vicino a Kiev, nel corso di uno scontro a fuoco tra forze militari russe e ucraine. A dare la notizia è stato, attraverso un post su Facebook, il capo della polizia della regione di Kiev. Anche un collega di Renaud sarebbe rimasto ferito e portato in ospedale. Secondo quanto è stato riferito, Renaud stava filmando dei profughi in fuga quando è stato colpito al collo, morendo sul colpo.

Il racconto del collega di Brent Renaud 

Nella foto da Twitter, i fratelli Brent e Craig Renaud. QUI il loro sito

Documentarista e fotografo, Brent Renaud aveva lavorato a diversi progetti con il fratello Craig, anche lui videogiornalista, producendo filmati per HBO, NBC, Discovery, PBS, NYTimes, and ViceNews. Si sono occupati delle guerre in Iraq e Afghanistan, il terremoto ad Haiti, i disordini politici in Egitto e Libia, la lotta per Mosul, l'estremismo in Africa, la violenza dei cartelli in Messico e la crisi dei giovani rifugiati in America centrale.

 

Sui social sono circolate le immagini del badge e del passaporto di Brent Renaud. Il New York Times ha specificato, attraverso una nota, che non aveva ricevuto un incarico da parte della testata, con cui aveva però collaborato in passato, l’ultima volta nel 2015. «Brent era un regista di talento che aveva contribuito al New York Times nel corso degli anni – specifica la testata – (…) Le prime notizie sul fatto che lavorasse per il Times sono circolate perché indossava un badge per la stampa del Times che era stato rilasciato per un incarico molti anni fa».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400