Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

PARONA

Arrestati dopo la fuga sui tetti: accusati di rapina e tentato omicidio

Quattro marocchini arrestati dopo il blitz dei carabinieri

Umberto Zanichelli

Email:

umberto.zanichelli@ievve.com

11 Luglio 2022 - 13:20

Arrestati dopo la fuga sui tetti: accusati di rapina e tentato omicidio

Nell'operazione sono stati impiegati una cinquantina di carabinieri

Una cinquantina di carabinieri sono stati impegnati nella notte tra venerdì e sabato a Parona dove sono stati arrestati quattro cittadini di nazionalità marocchina. Il provvedimento di custodia cautelare in carcere, firmato dal Gip di Pavia Maria Cristina Lapi, è stato emesso in riferimento all'ipotesi di rapina aggravata commessa a Campospinoso il 25 aprile scorso e a quella di tentato omicidio aggravato e tentata estorsione per fatti commessi a Broni il 26 aprile.

Il blitz è avvenuto nella notte tra venerdì e sabato

I militari del Reparto operativo e del Nucleo investigativo del Comando provinciale dei carabinieri, con il supporto di due squadre operative e quello dei vigili del fuoco, hanno fatto irruzione dell'abitazione dove si trovavano El Mehda Lafhim, Issa Taouil, Mohamed Soulaimani e Mohamed Khalil. Due dei ricercati hanno tentato di fuggire scappando dai tetti dove sono rimasti per oltre un'ora prima di essere bloccati ed arrestati.

Secondo quanto emerso dalle indagini Lafhim, Taouil e Soulaimani, insieme ad un quarto soggetto non identificato, sarebbero i responsabili del tentato omicidio di Mohamed Delloufi commesso il 26 aprile scorso. La vittima designata era stata attirata con un pretesto, la restituzione dell'auto che gli era stata sottratta il giorno precedente, a Casone Nuovo e lì era stata colpita ad entrambe le gambe. Forse era stato ferito leggermente anche un connazionale che lo aveva trasportato, prima di fuggire, a Barbianello dove era stato soccorso. Il tutto sarebbe da collocare nell'ambito del controllo delle piazze dello spaccio di quella zona nella quale Delloufi aveva iniziato ad operare intralciando l'attività degli altri.

A carico di Mohamed Khalil c'è invece l'accusa della rapina messa a segno a Campospinoso il 25 aprile.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400