Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

l’episodio

Aveva difeso una ragazza in stazione, il capotreno viene riconosciuto e aggredito per strada

L’episodio a Mortara: fermati due marocchini senza fissa dimora

Ilaria Dainesi

Email:

ilaria.dainesi@ievve.com

09 Agosto 2022 - 12:47

Aveva difeso una ragazza in stazione, il capotreno viene riconosciuto e aggredito per strada

Immagine di repertorio


Era intervenuto nella tarda serata di venerdì della scorsa settimana per difendere una ragazza mentre era in corso una lite con un 25enne di origini marocchine. Quest'ultimo aveva minacciato il capotreno, "colpevole" di essere accorso in soccorso della giovane. L’episodio era avvenuto alla stazione ferroviaria di Mortara, dove erano poi arrivati i carabinieri, nel frattempo allertati dal personale della Polfer; a causa dell’accaduto, era stato anche cancellato un treno della linea Milano-Mortara.

Ieri pomeriggio (lunedì) il capotreno, mentre stava andando a lavoro in stazione a Mortara, è stato riconosciuto per strada dal 25enne, il quale si trovava in compagnia di un amico. I due lo hanno prima investito di parole, passando in breve tempo dall’aggressione verbale a quella fisica. Sono volati schiaffi, poi il capotreno è riuscito ad allontanarsi e a chiedere aiuto; è poi stato portato con un'ambulanza in codice verde all’ospedale civile di Vigevano.

Sul posto sono arrivati gli agenti della polizia locale, insieme ai carabinieri di Mortara e del Radiomobile di Vigevano. I due aggressori sono stati individuati e bloccati in breve tempo dal personale del Comando della polizia locale in una via vicino alla stazione. Nel corso della perquisizione, i militari dell’Arma hanno trovato un martello da carpentiere, che è stato posto sotto sequestro, anche se non è stato usato come arma contro il capotreno. I due fermati – 25 e 30 anni, entrambi di origini marocchine e senza fissa dimora, uno con precedenti –sono stati denunciati a piede libero per i reati di lesioni personali, minacce, porto abusivo di oggetti atti a offendere e interruzione di pubblico servizio.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400